La Stagione Sportiva

News dal Campionato

Archivio anno 2015

TERZA SCONFITTA CONSECUTIVA

22/12/2015 - “Progressione set: 20-25, 28-30, 25-19, 20-25. ACCA MONTELLA: Russo 7, Boccia 16, Mauriello 22, D’Agostino, Piscopo 8, Maffei 1, Santin 8, Granese 1, Giacomel…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Progressione set: 20-25, 28-30, 25-19, 20-25.
ACCA MONTELLA: Russo 7, Boccia 16, Mauriello 22, D’Agostino, Piscopo 8, Maffei 1, Santin 8, Granese 1, Giacomel (L), Angelelli 4. Non entrate: Giovino, Cione. All. Albanese Sasà.
Dei 175 attacchi i punti sono: 9 muri –55 attacco - 3 ace.
Errori: 14 attacco – 4 ricezione – 14 battuta.
MAM SANTA TERESA: Facco, Bilardi 2, Rotondo 6, Agostinetto 6, Mazzulla 7, Composto 13, Sapèorito, Cortellazzo 16, Pietrangeli (L), Ruberti 17. Non entrate: Caruso, Orlando. All. Rondinelli Vincenzo.
Dei 172 attacchi i punti sono: 7 muro – 56 attacco – 4 ace.
Errori: 18 attacco – 3 ricezione, 4 battuta.
Arbitri: Telese Stefano – Varriale Luca.
Decima giornata di campionato di serie B1 girone D pallavolo femminile, terza sconfitta consecutiva dell’Acca Montella prima delle feste natalizie. La squadra messinese, la Mam Santa Teresa, porta in terra sicula tre punti preziosi a danno della squadra montellese dove ha pesato la mancanza di esperienza che rende complicata la gestione dei momenti topici dei vari parziali. Dimostrazione ne è stato il secondo set: L’Acca si è fatta rimontare di ben cinque punti (22 a17) prima di cedere ai vantaggi (28 a 30).
Mister Sasà scende in campo con Angelelli opposta a Mauriello, sulle bande Boccia e Santin, centrali Piscopo e Russo, libero Giacomel.
Dopo un avvio altalenante, Acca Montella si porta al primo parziale in vantaggio di due lunghezze (8-6). Mam Santa Teresa ribalda al secondo parziale portandosi a tre punti avanti (13-16). La lieve reazione dell’Acca da forza alle sicule che vanno avanti di altri cinque punti e chiudono il set 20 a 25.
Nel secondo set le ragazze dell’Acca potrebbero subito rientrare in partita, ma cedono al secondo parziale lasciandosi prima agguantare e poi superare e perdendo il set per 28 a 30.
Il terzo set, forte strigliata di mister Sasà che da i frutti dovuti. Acca fa terra bruciata nei parziali (8-6) e ( 16-8) e chiude sul 25 a 19.
Fuoco di paglia. Mam Santa Teresa fatto riposare le titolari rientra in partita a tutto gas (7-8) e (12-16), chiude sul 20 a 25 portandosi a casa tre punti.
I tifosi si augurano in un regalo natalizio da parte della dirigenza Acca, per l’acquisto di un attaccante che possa dare una mano alle ragazze montellesi.
Si ritorna in campo il 9 gennaio 2016 contro il Napoli Volley, alle ore 19,00 nel polifunzionale di Soccavo in Viale Adriano Napoli.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

BUONA PARTITA MA SERVONO PUNTI - ACCA PERDE A CUTROFIANO

14/12/2015 - “BUONA PARTITA MA SERVONO PUNTI – ACCA PERDE A CUTROFIANO Progressione set: 25-23, 25-23, 14-25, 30-28. DEMO.CO.S. CUTROFIANO: Vico 1, Della Rosa 3, Scupola,…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

BUONA PARTITA MA SERVONO PUNTI – ACCA PERDE A CUTROFIANO
Progressione set: 25-23, 25-23, 14-25, 30-28.
DEMO.CO.S. CUTROFIANO: Vico 1, Della Rosa 3, Scupola, Basciano 5, Diomede 10, Karalyus 18, La Bianca, Baglivo 6, Maggipinto 2, Grazietti 11, Cavarra 1. All. Carratù Antonio.
Dei 160 attacchi i punti sono: 6 muro – 46 attacco – 5 ace.
Errori: 17 attacco – 6 ricezione – 5 battuta.
ACCA MONTELLA: Russo 8, Boccia 21, Mauriello 22, Piscopo 13, Santin 11, Granese, Giacomel (L), Angelelli 2. Non entrate: D’Agostino, Giovino, Maffei, Cione. All. Albanese Sasà.
Dei 187 attacchi i punti sono: 9 muri – 62 attacco - 6 ace.
Errori: 21 attacco – 5 ricezione – 15 battuta.
Arbitri: Ferrari Luca – Calabrese Angelo Raffaele.
Nona giornata di campionato di serie B1 girone D della pallavolo femminile, l’Acca Montella cede tre punti alla Demo.Co.S. di Cutrofiano (LE), grazie anche a sviste del tandem arbitrale.
Acca Montella recupera l’attaccante Boccia Maria, lontana dal tappeto per alcune settimane.
Nel Palazzetto dello Sport “Cesari Giuseppe” le Salentine, erano sostenute da un pubblico delle grandi occasioni (400 persone), che ha incitato le proprie beniamine per tutta l’intera partita, dando forza e carica. Le ragazze del presidente Buccella Alba non hanno sfigurato, anzi bene hanno fatto, peccato per qualche errore di troppo che è costato la sconfitta seppur non meritata.
La cronaca.
Mister Sasà scende in campo con Angelelli opposta a Mauriello, sulle bande Boccia e Santin, centrali Piscopo e Russo, libero Giacomel
La Demo.co.s Cutrofiano ha un avvio a razzo (8-4), l’Acca Montella cerca di stare agganciata (11-10). Il divario si allunga al secondo time-out tecnico ((16-12). Mauriello da il massimo aiutata dai precisi lanci di Angelelli (21-19). Il Cutrofiano non demorde e cerca piano piano di allungare sulle ospiti (23-20). Acca Montella non abbandona (24-23) e solo con un errore in battura che le salentine vincono il set per 25 a 23.
Inizio del secondo set: Al primo time-out tecnico per la prima volta le Montellesi sono in vantaggio (7-8). Il punteggio va avanti altalenante. In cattedra sale la recuperata Boccia Maria che comincia a far paura al Cutrofiano piazzando delle palle nei quattro metri imprendibili. L’allenatore Carratù richiama in panchina le atlete per farle respirare. Cutrofiano va avanti di due punti (14-16). Piscopo e Russo tengono bene il muro. Ancora errori tra le file dell’Acca da la vittoria di misura anche al 2 set per 25 a 23.
Arriva la reazione rabbiosa delle irpine nel terzo set. Al primo time out tecnico avanti di quattro punti (4-8). Frastornate le salentine non riescono a tenere il campo, i continui attacchi di Santin e Boccia con l’opposto Mauriello portano scompiglio e il divario aumento sempre di più (6-16). Completamente in panne Cutrofiano inizia la giravolta delle sostituzioni ma nulla può contro lo strapotere dell’Acca Montella. Il set si conclude con il punteggio di 14 a 25.
Inizio del quarto set. Avanti ancora le irpine (5-8). Carratù ricorre allo stop per svegliare le sue ragazze. Sugli spalti un rumore assordante condito anche con tre fiati (Tromba- Trombone e Flicorno). Acca montella sempre davanti (16-15) e (21-19). Angelelli tiene bene le fila da gran regista. Le salentine non ci stanno a perdere e agguantano le irpine sul 23 a 23. Per ben tre volte l’Acca ha avuto la palla per chiudere il set sino al 26 a 26. Il risultato si ribalta. Cutrofiano ha la palla per il chiudere la partita per tre volte e lo fa sul 30 a 28.
Delusione in campo per le Irpine e scroscianti applausi per le Salentine che chiudono in cassaforte tre punti preziosi.
Domenica 20 dicembre, nella palestra di Cassano Irpino l’Acca Montella incontrerà il Mam Volley Santa Teresa (ME) alle ore 18,00.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

ACCA MONTELLA PERDE IN CASA AL TIE-BREAK CON IL FRASCATI

06/12/2015 - “ACCA MONTELLA PERDE IN CASA AL TIE-BREAK CON IL FRASCATI Progressione set: 18-25, 25-14, 25-19, 17-25, 8-15. ACCA MONTELLA: Russo 8, Mauriello 22, D’Agostino,…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

ACCA MONTELLA PERDE IN CASA AL TIE-BREAK CON IL FRASCATI
Progressione set: 18-25, 25-14, 25-19, 17-25, 8-15.
ACCA MONTELLA: Russo 8, Mauriello 22, D’Agostino, Piscopo 15, Maffei 2, Santin 12, Granese 7, Giacomel (L), Angelelli 2. Non entrate: Boccia, Giovino, Cione. All. Albanese Sasà.
Dei 159 attacchi i punti sono: 4 muri –54attacco - 10 ace.
Errori: 19 attacco – 9 ricezione – 7 battuta.
VOLLEY CLUF FRASCATI: Colarusso 20, Gorini 6, Fòammini 7, Centi 8, Imprescia 2, Ferro 15, Murri 8, Oggioni (L). Non entrate: Angradi, Culiani, ruocco, Lamarte (L), Alessio, Marchionne. All. Iannuzzi Giuseppe.
Dei 139 attacchi i punti sono: 13 muro – 44 attacco – 9 ace.
Errori: 15 attacco – 9 ricezione, 5 battuta.
Arbitri: Bonafiglia Barbara – Supino Stanislao.
Ottava giornata di campionato di serie B1 girone D pallavolo femminile e il Volley Club Frascati, anche se di misura, si aggiudica la prima vittoria fuori casa ai danni di una Acca Montella non lucida nei momenti clou della partita. Primo set non definibile per le padroni di casa dove è regnata la tensione ed il Frascati ne ha approfittato. Secondo e terzo set vincenti per l’Acca Montella. Quarto e quinto set disastro per le montellesi ed il Frascati porta a casa 2 punti meritati.
L’Acca Montella scende in campo con Angelelli opposta a Mauriello, sulle bande Granese e Santin, centrali Piscopo e Russo, libero Giacomel.
Partenza a razzo del Volley Club Frascati che con Colarusso in battura lascia al palo l’Acca Montella con un secco 2 a 9. Smarrimento nelle file delle montellesi che non riescono a reagire. Il secondo parziale è sempre di marca laziale (10-16). Granese e compagne non riescono ad arginare il gioco del Frascati commettendo diversi errori nei fondamentali. Il set, con sofferenza, si chiude 18 a 25.
Ritorno in campo per il secondo set. Rinfrancate dallo stop, le ragazze di mister Sasà cominciano a macinare il giusto gioco. Al primo ed secondo time-out tecnico sono avanti di sei punti (8-2) (16-10). Il set si chiude sul 25 a 14.
Terzo set. L’Acca Montella capisce il calo del Frascati e ne approfitta. Il pubblico numeroso sugli spalti incita le proprie beniamine. Un solo punto avanti al primo fermo (8-7). L’opposto Mauriello con Piscopo e Santin hanno continuato a macinare buon gioco anche nel secondo parziale aiutate da Russo Granese e Angelelli e in retrovia la sempre presente Giacomel, riuscendo a tenere le redini per tutto il set concludendo con un 25 a 19.
A questo punto cala il sipario per le montellesi. Forse stanchezza, poca lucidità, inprecisione, ne approfitta il Frascati che fa ammutolire gli spalti della palestra di Cassano Irpino. Al quarto set i parziali sono (7-8) (9-16) concludendo con un secco 17 a 25.
Al Tie-Break da 0 a 5 si passa al 2 a 10. Frastornate le irpine non riescono a riprendersi e Frascati chiude il quinto set su 8 a 15.
Il Volley Club Frascati porta a casa 2 punti preziosissimi, invece per l’Acca Montella il sapore amaro di una sconfitta inaspettata.
Domenica 13 dicembre 2015, alle ore 18,00 nel palazzetto dello Sport di Via Foggia Cutrofiano le irpine incontreranno “Demo. Co. S. Cutrofiano (LE)”.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

ACCA MONTELLA - 3 PUNTI SOTTO IL CUPOLONE.

28/11/2015 - “ACCA MONTELLA - 3 PUNTI SOTTO IL CUPOLONE. Progressione set: 16-25, 23-25, 20-25. PROGER V. FRIENDS ROMA: Marocchi 1, Speranza 10, Lijoi (L), Loretti, Ascensa…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

ACCA MONTELLA - 3 PUNTI SOTTO IL CUPOLONE.
Progressione set: 16-25, 23-25, 20-25.
PROGER V. FRIENDS ROMA: Marocchi 1, Speranza 10, Lijoi (L), Loretti, Ascensa Silva Marie 6, Cianetti 2, Muzi 5, Cortelli 1, Donarelli, Ferrari, Meronti, Krasteva (L), Ascensao Silva Raquel 11. Non entrate: Valentini. All. Camiolo Pietro.
Dei 96 attacchi i punti sono: 4 muro – 29 attacco – 3 ace.
Errori: 6 attacco – 10 ricezione – 8 battuta.
ACCA MONTELLA: Russo 7, Mauriello 24, Piscopo 12, Santin 11, Granese 4, Giacomel (L), Angelelli 2. Non entrate: D'Agostino Maffei, Giovino, Cione (L). All. Albanese Sasà.
Dei 113 attacchi i punti sono: 3 muri – 47 attacco - 10 ace.
Errori: 12 attacco – 3 ricezione – 9 battuta.
Arbitri: Casacci Lucia – Allegrini Giuseppe.
Settima giornata di campionato di serie B1 girone D pallavolo femminile, le Irpine dell’Acca Montella, nella “Città Eterna” raccolgono tre punti preziosi per il prosieguo del campionato, in una fase molto delicata dettata dal doppio infortunio di Boccia (contropatia ginocchio dx) e D’Agostino (contrattura alla schiena).
D’altro canto, la società è felicissima per l’entrata in squadra della giovanissima Giovino Iolanda cresciuta nel vivaio dell’Acca Montella. Con Iolanda sono tre le montellesi del roster. A Lei i migliori auguri di una prestigiosa carriera.
Mister Sasà Albanese schiera in campo Angelelli opposta a Mauriello, sulle ali Santin e Granese, Piscopo e Russo al centro, libero Giacomel.
Le atlete del presidente Alba Buccella sono scese in campo determinate e sicure di portare a casa punti. Al primo timeout tecnico Granese e compagne avevano tre punti sopra (5-8). Le romane sempre a inseguire senza nessun risultato (10-16). L’opposto Mauriello Maria , top scorer della partita con 24 punti non lasciava scampo grazie anche ad una Angelelli precisa negli appoggi. Sul 14 a 21 la Proger Friends tirava i remi in barca. Il set si conclude sul 16 a 25.
Mister Camiolo striglia le proprie atlete e nel secondo set la Proger da battaglia restando sempre attaccata al punteggio delle irpine. Al primo stop i punti di distacco sono sempre due a favore dell’Acca Montella (6-8) e successivamente (14-16) sino ad arrivare alla fine con 23 a 25.
Nel terzo set l’Acca Montella ancora avanti senza cedere terreno alle avversarie. Piscopo e Santin fanno sentire il proprio peso in campo. Russo e Granese combattono su ogni pallone. Giacomel, senza sbavature, tiene bene la retroguardia. Allo stop i punti sono 3 a 8 e al secondo stop la distanza è ancora più pesante (9-16). Un lieve calo dell’Acca da modo alla Proger di avvicinarsi (18-21) ma non basta. L’Acca Montella chiude anche il terzo set con il punteggio di 20 a 25.
Domenica 6 dicembre 2015, alle ore 18,00 nella palestra di Cassano Irpino l’Acca Montella incontrerà Volley Club Frascati RM.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

L’ACCA MONTELLA TORNA A SORRIDERE

22/11/2015 - “L’ACCA MONTELLA TORNA A SORRIDERE Progressione set: 21-25, 25-21, 25-17, 25-19. ACCA MONTELLA: Russo 17, Boccia 8, Mauriello 21, Piscopo 14, Santin 20,…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

L’ACCA MONTELLA TORNA A SORRIDERE
Progressione set: 21-25, 25-21, 25-17, 25-19.
ACCA MONTELLA: Russo 17, Boccia 8, Mauriello 21, Piscopo 14, Santin 20, Granese, Giacomel (L1) Angelelli 1. Non entrate: D’Agostino, Maffei, Cione (L2). All. Albanese Sasà.
Dei 145 attacchi i punti sono: 9 muri – 63 attacco - 9 ace.
Errori: 11 attacco – 1 ricezione – 8 battuta.
EUROPEA 92 ISERNIA: Padua 16, Trevisol, Muzzo 9, Monitillo 5, Vanni, 12, Giroldi 3, Boffa (L), Morone 13. Non entrate: Tommasetti, Taddei. All. Montemurro Francesco.
Dei 126 attacchi i punti sono: 9 muro – 47 attacco – 2 ace.
Errori: 8 attacco – 9 ricezione – 4 battuta.
Arbitri: Sorrentino Vincenzo – Rossi Claudio.
Sesta giornata di campionato di serie B1 girone D pallavolo femminile, una iniezione di fiducia per l’Acca Montella. Dopo due sconfitte consecutive le Montellesi, sul campo amico, raccolgono tre punti preziosi a danno della Europea 92 Isernia.
Le ragazze del presidente Alba Buccella fanno propria una gara, iniziata sotto tono, tirando fuori quel carattere che fino ad oggi è mancato, dando grosse soddisfazioni a tutti i tifosi giallo-nero che assiepavano gli spalti della palestra di Cassano Irpino.
Mister Albanese scende in campo con la regia magistrale di Angelelli opposta a Mauriello, sulle bande Boccia e Santin, i centrali, Piscopo e Russo, libero Giacomel.
Partenza a razzo della squadra ospite che al primo time-out tecnico è avanti di tre punti (5-8) e il divario continua + 3 anche al secondo time-out tecnico (13-16). Le irpine non entrano in partita, fanno fatica a fermare le isernine che a loro volta sono precise e spietate nel mettere a terra palloni che fanno vincere il set (21-25)
2° set. Strigliata per tutte da parte di mister Sasà a bordo campo che porta frutti al secondo time-out tecnico. Angelelli smista palloni precisi per tutte. Mauriello e Santin iniziano a macinare gioco e non da meno le due centrali Russo e Piscopo, Boccia cerca di fare del suo meglio anche perché esce da un infortunio al ginocchio. Il libero Giacomel con il 79% di positività riceve 24 palloni senza farne cadere nessuno. Al secondo time-out tecnico Acca avanti di 3 punti (16-13) e ancora di 5 punti (21-17) Il set si chiude 25 a 21.
Il terzo set è tutto di marca Montella. Cala l’attenzione delle ospiti e le irpine fanno bottino pieno su tutti gli stop imposti (8-5) (16-8) (21-13). Si chiude con un sonoro 21 a 17.
Sugli spalti gremiti il tifo è alle stelle.
4° set. Leggera reazione delle isernine in partenza (7-8) soprattutto di Padua e la ex Morone. Le irpine non danno tregua. Continui attacchi e contrattacchi fanno cadere le velleità di Isernia a far punti in casa dell’Acca. Il 16 a 12 del secondo time-out tecnico da parte delle ragazze di Montella taglia le gambe alle avversarie. Il divario continua (21-16) chiudendo il gioco sul 25 a 19.
Domenica 28 novembre 2015, alle ore 16,00 nella Tendastruttura di Viale Giorgio De Chirico di Roma le irpine incontreranno “Proger V. Friends Roma”.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

L'ACCA MONTELLA PERDE AD APRILIA.

15/11/2015 - “L’ACCA MONTELLA PERDE AD APRILIA. Progressione set: 25-18, 26-24, 25-23. GIO’ VOLLEY APRILIA: Mucciola, Kranner 15, Antonacci 4, Caponi 10, David 5, Gatto 1,…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

L’ACCA MONTELLA PERDE AD APRILIA.
Progressione set: 25-18, 26-24, 25-23.
GIO’ VOLLEY APRILIA: Mucciola, Kranner 15, Antonacci 4, Caponi 10, David 5, Gatto 1, Borrelli 5, Lanzi (L), Gioia 20. Non entrate: Mazzoni. All. Federici Tonino.
Dei 122 attacchi i punti sono: 11 muro – 44 attacco – 5 ace.
Errori: 12 attacco – 2 ricezione – 8 battuta.
ACCA MONTELLA: Russo 7, Boccia 8, Mauriello 13, D'Agostino, Piscopo 8, Santin 4, Granese, Giacomel (L), Angelelli 2. Non entrate: Kostadinova Maffei, Cione (L). All. Albanese Sasà.
Dei 125 attacchi i punti sono: 7 muri – 33 attacco - 2 ace.
Errori: 33 attacco – 4 ricezione – 7 battuta.
Arbitri: Carretti Stefano – Grassia Luca.
Ancora una sconfitta per l’Acca Montella nella quinta giornata di campionato contro una Gio’ Volley Aprilia molto determinata a non sfigurare sul campo di casa.
Sasa Albanese ha dovuto rinunciare alla Kostandinova per problemi alla schiena e far scendere in campo Boccia Maria ancora non del tutto recuperata, attenuanti che comunque non diminuiscono la delusione per il risultato.
L’Acca Montella scende in campo con Angelelli opposta a Mauriello, sulle ali Boccia e Santin, Piscopo e Russo al centro, libero Giacomel.
Il primo set è andato avanti punto a punto, attacco e contrattacco sia da una parte che dall’altra (7-8) e (16-15). Il crollo delle montellesi ha dato via libera a Gioa Caterina e compagne che chiudono il set per 25 a 18.
Il secondo set più combattuto. Due lunghezze di vantaggio per l’Acca al primo time-out tecnico (6-8) e al secondo stop il divario si allunga (13-16). Le laziali prendono di nuovo il sopravvento affiancando le irpine e superandole sino al 24 a 22. Le ragazze dell’Acca hanno un sussulto di orgoglio portandosi sul 24 pari, ma Gio’ Volley fa sua la preda chiudendo il set 26 a 24.
Stesso copione il terzo set. Ancora in vantaggio l’Acca, butta al vento quello di buono fatto (7-8) e ancora (12-16). Viene fuori sempre Aprilia (21-20) e chiude la partita con un 25 a 23.
Domenica 22 novembre 2015, alle ore 18,00 nella palestra di Cassano Irpino Acca Montella incontrerà Europea 92 Isernia.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

SCIVOLONE IN CASA DELL’ACCA MONTELLA

08/11/2015 - “Progressione set: 18-25, 20-25, 20-25. ACCA MONTELLA: Russo 2, Kostadinova 14, Mauriello 14, Piscopo 1, Maffei 1, Santin 7, Giacomel 1 (L), Granese, Angelelli…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Progressione set: 18-25, 20-25, 20-25.
ACCA MONTELLA: Russo 2, Kostadinova 14, Mauriello 14, Piscopo 1, Maffei 1, Santin 7, Giacomel 1 (L), Granese, Angelelli 2. Non entrate: D’Agostino. All. Albanese Sasà.
Dei 107 attacchi i punti sono: 5 muri – 36 attacco - 3 ace.
Errori: 8 attacco – 7 ricezione – 6 battuta.
SIGEL PALLAVOLO MARSALA: Panucci 14, Agola 9, Macedo 9, Mordecchi 6, Marinelli (L), Biccheri 12, Pinzone 8, Salzano, Spanò, Patti, Marino. All. Campisi Francesco.
Dei 117 attacchi i punti sono: 7 muro – 44 attacco – 7 ace.
Errori: 4 attacco – 3 ricezione, 7 battuta.
Arbitri: Sabia Emilio – Campolongo Antonio.
Quarta giornata di campionato di serie B1 girone D pallavolo femminile, l’Acca Montella perde tra le mura amiche della palestra di Cassano Irpino con la prima della classe la “Sigel Pallavolo Marsala”. Non è bastato l’impegno profuso negli allenamenti della settimana, ben preparati da coach Sasà Albanese e dal secondo Preziosi Giuseppe. Ulteriore svantaggio è stato il fermo della banda Boccia Maria e l’indisposizione del palleggiatore D’Agostino Cristina.
Le Sicule, ben messe in campo da mister Campisi giocano la partita perfetta, concentrate e lucide anche nei momenti di difficoltà. Panucci e Biccheri della Sigel Marsala hanno fatto da padrone cadenzando il passo e mettendo in serie difficoltà le Irpine.
L’Acca Montella scende in campo con Angelelli opposta a Mauriello, sulle bande Kostadinova e Santin, centrali Piscopo e Russo, libero Giacomel.
Partenza ore 17.00, sotto la direzione di Sabia e Campolongo, le Irpine in partenza tengono testa alle siciliane sino al primo time out tecnico (6-8). La Sigel prende confidenza con il campo e si porta a + 4 al secondo time out tecnico (12-16). I tifosi sugli spalti temono il peggio al risultato di 14 a 21. Il set si chiude con un 18 a 25.
2° set poco diverso dal primo. Montella in grosse difficoltà non riesce ad arginare i fendenti della Sigel Marsala. (3-7) è il risultato alla partenza. Sasà richiama in panchina le ragazze scuotendole per l’atteggiamento remissivo. In campo le irpine riescono ad agganciare le siciliane sull’8 a 8. Il risultato rimane pari sino al 18 punto. Viene fuori di nuovo la grinta del Marsala che chiude il set 20 a 25.
3° set. Dopo un avvio brillante delle ragazze dell’Acca Montella (8-4), ritorna la “verve” delle Sigelline (15-16). Il final è da dimenticare con errori dell’Acca Montella che porgono il piatto pieno alla Sigel Marsala. Il set si conclude 20 a 25.
Sabato 14 novembre 2015, alle ore 18,00 sotto il Pallone Tensostatico di Aprilia in Via G.B. Pergolesi le irpine incontreranno “Gio’ Volley Aprilia LT”.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

DAI MONTI AL MARE ACCA MONTELLA VINCE A OSTIA LIDO.

02/11/2015 - “Progressione set: 14-25, 21-25, 18-25. EVOLUZIONE OSTIA VC RM: Oro (L), Ricci, Del Carpio. Perata 2, Arcieri, Pillepich 3, Bussolini 2, Sgerza 3, Rrena 21,…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Progressione set: 14-25, 21-25, 18-25.
EVOLUZIONE OSTIA VC RM: Oro (L), Ricci, Del Carpio. Perata 2, Arcieri, Pillepich 3, Bussolini 2, Sgerza 3, Rrena 21, Cappelli 9, Cannavacciuolo. Non entrate: Alessandrini, Izwoska. All. Grechi Pietro.
Dei 90 attacchi i punti sono: 4 muro – 31 attacco – 5 ace.
Errori: 9 attacco – 6 ricezione – 5 battuta.
ACCA MONTELLA: Russo 14, Kostadinova 9, Mauriello 11, D'Agostino 1, Piscopo 9, Santin 8, Granese, Giacomel (L), Angelelli 2. Non entrate: Maffei, Cione (L). All. Albanese Sasà.
Dei 94 attacchi i punti sono: 6 muri – 42 attacco - 6 ace.
Errori: 4 attacco – 5 ricezione – 8 battuta.
Arbitri: Mazzocchetti Lorenzo - Di Gregorio Mattia.
Terza giornata di campionato di serie B1 girone D pallavolo femminile, le ragazze del Presidente dell’Acca Montella, dai monti della verde Irpinia scendono al mare di Ostia Lido raccogliendo nella rete gettata da mister Sasà Albanese tre punti pieni a discapito di una squadra giovanissima "Evoluzione Ostia VC RM".
Pochi errori e molta determinazione da parte dell'Acca hanno ridimesionato le velleità delle atlete Laziali. Spalti gremiti al Pala Assobalneari, i tifosi hanno incitato le beniamine di casa per tutta la partita.
Sasà Albanese schiera in campo Angelelli opposta a Mauriello, sulle ali Kostadinova e Santin (Boccia in panchina per un fastidio al ginocchio), Piscopo e Russo al centro, libere a tutto campo Giacomel.
Già dalle battute del 1° set si è annusato che le Irpine potevano fare buon bottino. Con Piscopo in battuta si è volati a + 6 e subito time-out da parte di mister Grechi che ha richiamato in panca le Laziali. Il primo parziale è di 1 a 8. Il divario si allunga sempre di più (4-16). Senza freni il centrale Russo e l'opposto Mauriello.
Si chiude con un 14 a 25.
In campo per il secondo set Evoluzione Ostia reagisce portandosi al primo time-out tecnico sull'8 a 5. Il minimo vantaggio lo conserva anche al secondo time-out tecnico (16-15). Santin forza la battuta con salto spin raccogliendo tre punti di fila portando in vantaggio le montellesi (16-21). Palle precise di Angelelli verso Kostadinova e ottima guardia del libero Giacomel chiudono il set 21 a 25.
Terzo set: Le murate di Russo, Kostadinova, Piscopo e Santin smorzano gli attacchi Rrena che ben ha fatto per tutti e tre i set. (4-8) e (13-16) in vantaggio sempre l'Acca Montella. Un riposo breve per Angelelli e Mauriello sostituite rispettivamente da D'Agostino e Granese fa volare ultetormente Acca Montella. Ultimo punto di Kostadinova dà la vittoria definitiva al Montella che chiude con un 18 a 25.
Sabato 7 novembre 2015, alle ore 17,00 nella palestra di Cassano Irpino sarà di scena la prima della classe “Sigel Pallavolo Marsala".

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

VITTORIA DELL’ACCA MONTELLA SU VOLLEYRO’ CASAL DE PAZZI ROMA

25/10/2015 - “Progressione set: 24-26, 25-14, 25-20, 25-19. ACCA MONTELLA: Russo 12, Kostadinova 11, Boccia 15, Mauriello 17, Piscopo 13, Angelelli 8, Santin, Giacomel (L1).…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Progressione set: 24-26, 25-14, 25-20, 25-19.
ACCA MONTELLA: Russo 12, Kostadinova 11, Boccia 15, Mauriello 17, Piscopo 13, Angelelli 8, Santin, Giacomel (L1). Non entrate: D’Agostino, Maffei, Granese Cione (L2). All. Albanese Sasà.
Dei 132 attacchi i punti sono: 7 muri – 53 attacco - 16 ace.
Errori: 8 attacco – 3 ricezione – 7 battuta.
VOLLEYRO CASAL DE PAZZI ROMA: Muzzi1, Ferrara (L), Napodano, Provaroni 8, Mancini5, Bartolino 6, Spinello 1, Melli 19, Pamio, 7, Nwakalor 13. Non entrate: Dalla Rosa, De Luca, Oggioni (L), Cecconello. All. Cristofani Luca.
Dei 131 attacchi i punti sono: 10 muro – 47 attacco – 3 ace.
Errori: 11 attacco – 16 ricezione – 7 battuta.
Arbitri: Telese Stefano – Pasciari Luigi.
Seconda giornata di campionato di serie B1 girone D pallavolo femminile e l’Acca Montella raccoglie i primi tre punti su una avversaria di tutto rispetto, Volleyro Casal de Pazzi di Roma.
Dopo la brutta sconfitta della scorsa settimana, le ragazze del presidente Alba Buccella non potevano mancare a questo appuntamento con una vittoria.
Il tecnico Sasà Albanese, al suo esordio sul campo di Cassano Irpino, schiera in regia Angelelli opposta a Mauriello, sulle bande Kostadinova e Boccia, le torri centrali, Piscopo e Russo, libero Giacomel.
Partenza ore 18.00, sotto la direzione di Telese e Pasciari, le Irpine trovano difronte una squadra molto giovane ma pronta a portare a casa punti. L’Acca a +3 al primo time-out tecnico (8-5) e allorquando i punti si raddoppiano (14-7) idea comune è di far un solo boccone delle capitoline. Al secondo time-out tecnico ancora avanti di 5 punti (16-11) e sul 21 a 14 c’è la reazione di Casal DP con l’aggancio 23 -23 e poi il sorpasso è vittoria 24 a 26.
2° set. Sasà carica le ragazze. Le irpine scendono in campo determinate con un filotto di 5 a 1 presentandosi al primo parziale con un 8 a 5. Mauriello, Boccia e Piscopo non danno tregua alle avversarie presentandosi al 2° parziale con 5 punti di vantaggio (16-11). Russo, Kostadinova e la stessa Angelelli mettono palle a terra alle avversarie, Giacomel con il 70% di perfezione non fa cadere nulla, e il divario si allunga sempre di più (21-16) senza commettere l’errore del 1° set, chiudono con un sonoro 25 a 14.
3° set. Stesso copione del secondo, (8-3) e (16-11). L’acca Montella vola verso la vittoria.
4° set. Le romane tirano i remi in barca anche per la stanchezza (8-5). Al secondo time-out il punteggio si assesta sul 16 a 13. Le ragazze di Sasà Albanese non mollano la preda e chiudono la partita sul 25 a 19.
Domenica 1° novembre 2015, alle ore 17,45 nel Pala Assobalneari di Ostia Lido le irpine incontreranno “Evoluzione Ostia VC RM”.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

L’ACCA MONTELLA PERDE SUL CAMPO DELLA LUVO BARATTOLI ARZANO

18/10/2015 - “Progressione set: 25-13, 24-26, 25-19, 25-20. LUVO BARATTOLI ARZANO: Campolo 23, Vinaccia 11, Coppola 2, Sollo 13, Lauro 19, Maresca 7, rinaldi (L). Non…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Progressione set: 25-13, 24-26, 25-19, 25-20.
LUVO BARATTOLI ARZANO: Campolo 23, Vinaccia 11, Coppola 2, Sollo 13, Lauro 19, Maresca 7, rinaldi (L). Non entrate: Longobardi, Russiello, Seggiotti, Pinto, Galiero. All. Caliendo Aniello.
Dei 174 attacchi i punti sono: 12 muro – 61 attacco – 5 ace.
Errori: 17 attacco – 2 ricezione – 5 battuta.
ACCA MONTELLA: Russo 6, Kostadinova 14, Boccia 4, Mauriello 14, Piscopo 9, Maffei, Santin 2, Granese, Angelelli, Giacomel (L). Non entrate: D’Agostino, Cione (L). All. Albanese Sasà.
Dei 152 attacchi i punti sono: 12 muri – 35 attacco - 2 ace.
Errori: 12 attacco – 6 ricezione – 7 battuta.
Arbitri: Costa Cosmo – Grosso Ivan.
Prima giornata di campionato di serie B1 girone D pallavolo femminile, l’Acca Montella, in trasferta cede il passo alla Luvo Barattoli Arzano. Le Irpine sentivano il peso di questo derby campano e sono scese in campo molto tese. Già dalle battute del 1° set Arzano prende subito il volo dando una forbici di 10 punti alla squadra di Albanese. I parziali sono evidenti: (8-4), (16-7) si chiude con un 25 a 13.
In campo per il secondo set l’Acca Montella ha la reazione sperata dall’allenatore Albanese Sasà. Al primo parziale l’Arzano è sopra di due punti (8-6). Le montellesi subito agguantano e rimontano l’Arzano (11-16) e ancora avanti (16-21). Il pubblico è quello delle grandi occasioni, numeroso sugli spalti, incita le beniamine di casa che si portano sul 24 a 24.Una zampata finale regala il set alle irpine (24-26).
Terzo set: La Luvo Barattoli Arzano fa tesoro del precedente set e ritorna in campo determinata. Sino al 1° time-out tecnico si va avanti punto a punto, poi le padrone di casa prendono vantaggio (16-11) e chiudono il set sul 25 a 19.
Il quarto set ancora punto a punto (8-7). Le padroni di casa non si lasciano sfuggire il risultato e si portano sul (16-11). Niente da fare per l’Acca. Albanese sostituisce qualche elemento ma il set si conclude sul 25 a 20.
Domenica 25 ottobre 2015, alle ore 18,00 nella palestra di Cassano Irpino sarà di scena la “Volleyro Casal dè Pazzi Roma”.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

TUTTO PRONTO IN CASA ACCA MONTELLA

15/10/2015 - “Tutto pronto in casa Acca per il fischio di inizio di questo terzo campionato di serie B1 Femminile girone D della Società di Montella. Sabato 17 ottobre, alle…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Tutto pronto in casa Acca per il fischio di inizio di questo terzo campionato di serie B1 Femminile girone D della Società di Montella.
Sabato 17 ottobre, alle ore 19.30, sul campo della Luvo Barattoli Arzano, Palazzetto Domenico Rea, si disputerà il primo incontro di questa stagione 2015-2016. Inizio di stagione con derby per le due compagini campane che si sono già incontrate negli anni scorsi.
Nella palestra di Cassano Irpino, sotto lo sguardo vigile del 1° allenatore Sasà Albanese, del suo secondo Giuseppe Preziosi, coadiuvati dal preparatore atletico Carlo Sati, le atlete si preparano a questo appuntamento con allenamenti e sedute in sala pesi.
Tutto il gruppo tecnico e i dirigenti sono pronti ad affrontare la nuova stagione con puntualità e solerzia, ma con la tranquillità e la serenità che da sempre contraddistinguono la Società del presidente Alba Buccella.
Per tutti i nostri tifosi l’appuntamento è, come sempre, per le news sulla pagina facebook CS Nettuno Pallavolo Montella e sul sito www.accamontella.it.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

AMICHEVOLE

24/09/2015 - “La Acca Montella ringrazia la Polisportiva Due Principati per l'amichevole giocata nella Palestra di Cassano Irpino.”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

La Acca Montella ringrazia la Polisportiva Due Principati per l'amichevole giocata nella Palestra di Cassano Irpino.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

FINE SETTIMANA DI GRANDE VOLLEY

20/09/2015 - “FINE SETTIMANA DI GRANDE VOLLEY PER LA ACCA MONTELLA E I SUOI TIFOSI. VENERDI 18 E SABATO 19 SETTEMBRE SI SONO SVOLTE DUE GARE DI ALLENAMENTO CON I NOSTRI…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

FINE SETTIMANA DI GRANDE VOLLEY PER LA ACCA MONTELLA E I SUOI TIFOSI.
VENERDI 18 E SABATO 19 SETTEMBRE SI SONO SVOLTE DUE GARE DI ALLENAMENTO CON I NOSTRI AMICI DELLA PROGER V. FRIENDS ROMA. LE DUE SQUADRE, CHE SI RITROVERANNO ANCORA DURANTE IL CAMPIONATO DI B1 FEMMINILE, SI SONO AFFRONTATE NEL POMERIGGIO DI VENERDI A CASSANO IRPINO, IN UNA PARTITA CORRETTA MA AGGUERRITA, IN CUI ENTRAMBI I TEAM HANNO MESSO A PUNTO STRATEGIE E MISURATO LA FORMA FISICA.
A FINE GARA LE DUE SOCIETA’SI SONO INCONTRATE A TAVOLA PER FINIRE IN BELLEZZA LA SERATA. NEL POMERIGGIO DI SABATO SI E’ SVOLTO UN NUOVO INCONTRO CON LA PARTECIPAZIONE DI NUMEROSI TIFOSI SUGLI SPALTI.
MOLTO SODDISFATTI I DUE TECNICI CHE HANNO AVUTO LA POSSIBILITA’ DI OSSERVARE I PROPRI TEAM PRIMA DELL’INIZIO DEL CAMPIONATO.
RISULTATI A PARTE E' STATA UNA DUE GIORNI DI ALLEGRIA E AMICIZIA PRIMA CHE DI OGNI ALTRA COSA. RINGRAZIAMO LA PROGER V. FRIENDS ROMA PER AVER ACCETTATO IL NOSTRO INVITO.
QUESTO E’ IL VOLLEY CHE AMIAMO.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

INIZIANO LE AMICHEVOLI

15/09/2015 - “Si è conclusa anche la terza settimana di preparazione per le atlete della ACCA Montella. Nella palestra di Cassano Irpino la squadra si è ritrovata dal 26…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Si è conclusa anche la terza settimana di preparazione per le atlete della ACCA Montella. Nella palestra di Cassano Irpino la squadra si è ritrovata dal 26 agosto per iniziare la nuova avventura di questa stagione agonistica 2015/2016.
Facce nuove e vecchie conoscenze hanno avuto modo di familiarizzare in questi giorni, tra un allenamento e una seduta pesi, anche con momenti di relax per favorire la conoscenza tra atlete tecnici e società.
Negli scorsi comunicati abbiamo avuto modo di conoscere i nuovi acquisti e di rivedere le atlete confermate. Per quanto riguarda il settore tecnico, oltre al nuovo primo allenatore Salvatore Albanese, ritroviamo il secondo allenatore Giuseppe Preziosi e lo scoutman storico della Acca Montella Giuseppe Petriello.
La preparazione atletica della squadra sarà seguita dai tecnici Preziosi e Albanese sotto la guida del prof. Carlo Sati. Nato a Gioia del Colle nel 1968, Carlo Sati ha curato tutti i maggiori club del centro – sud Italia che hanno disputato campionati di seria A1 eA2 di pallavolo. Nel 2009 e nel 2010 è stato il preparatore della Nazionale Italiana maschile di Beach Volley.
Da due anni è anche il preparatore della nazionale Iraniana di Pallavolo.
Terminata questa fase, avrà inizio un periodo di incontri amichevoli. Per questo fine settimana è prevista una due giorni con la Proger V.Friends Roma, formazione che la ACCA Montella incontrerà anche durante il campionato.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

ARRIVA IL LIBERO VERONICA GIACOMEL

24/08/2015 - “L’Acca completa il roster Arriva il libero Veronica Giacomel L’Acca Montella ha tesserato, per la prossima stagione, il libero Veronica Giacomel. Nata a Motta…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

L’Acca completa il roster
Arriva il libero Veronica Giacomel
L’Acca Montella ha tesserato, per la prossima stagione, il libero Veronica Giacomel. Nata a Motta di Livenza, nel trevigiano, nel 1993, la Giacomel cresce nel Volley San Donà prima di approdare, nella stagione 2012-13 nelle fila della Beng Rovigo. Con la compagine veneta, il giovane libero è protagonista in serie B1 e, l’anno successivo, in serie A2 dove colleziona 18 presenze che si sommano alle 4 di Coppa Italia. Le buone prestazioni le valgono l’interessamento e il tesseramento nelle fila della Robur Tiboni Pesaro, con cui colleziona 12 presenze in massima serie. La voglia di mettersi in gioco e di essere protagonista con una società importante e ambiziosa l’hanno convinta ad accettare un ritorno momentaneo in serie B1 e la proposta dell’Acca Montella dove sarà il libero titolare della squadra di Sasà Albanese. L’arrivo della giovane Giacomel andra’ ad arricchire un roster di primo livello pronto a iniziare a breve la nuova avventura della Acca Montella per la stagione 2015/2016.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

IL CENTRALE MARIA GRAZIA MAFFEI

03/08/2015 - “L’Acca completa il pacchetto dei centali A Montella la pugliese Maffei L’Acca Montella ha tesserato, per la prossima stagione, il centrale Maria Grazia…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

L’Acca completa il pacchetto dei centali
A Montella la pugliese Maffei
L’Acca Montella ha tesserato, per la prossima stagione, il centrale Maria Grazia Maffei. Foggiana di San Giovanni Rotondo, 22anni appena compiuti, la Maffei va a completare il pacchetto dei centrali a disposizione di coach Sasà Albanese. Cresciuta nel Manfredonia, squadra con la quale ha disputato alcuni campionati di serie C, nella stagione 2013/14 è protagonista della promozione in B2 con la maglia della Libera Virtus Cerignola, con cui conquista pure la Coppa Puglia. Nell’ultimo campionato, il centrale foggiano di 184 centimetri viene tesserato dalla New volley Brindisi, avversario dell’Acca Montella nel girone D del campionato di B1. Le disavventure societarie della compagine pugliese – che abbandona il campionato in corso d’opera – la costringono a cercare una nuova squadra: la Maffei chiude la stagione nelle fila della Volare Benevento in B2. La presidente Alba Buccella e lo staff societario dell’Acca Montella augurano a Maria Grazia di poter continuare al meglio il suo percorso di crescita pallavolistica con la divisa giallonera e raccogliere risultati importanti.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

A MONTELLA LA PALLEGGIATRICE D'AGOSTINO.

30/07/2015 - “L’Acca Montella ha tesserato, per la prossima stagione, la palleggiatrice Cristina D’Agostino. Il roster a disposizione del tecnico Sasà Albanese si va,…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

L’Acca Montella ha tesserato, per la prossima stagione, la palleggiatrice Cristina D’Agostino. Il roster a disposizione del tecnico Sasà Albanese si va, dunque, definendo. Palleggiatrice di 29anni, la D’Agostino è atleta di sicuro affidamento per la categoria, che ha già disputato con le maglie dell’Aquila azzurra Trani, della Polis Maldera Corato e, nell’ultima stagione, del Rieti, squadra nella quale è approdata a gennaio – dopo un avvio di stagione a Genova – in coppia con la fiorentina Francesca Galeotti per sostituire le infortunate Katia Miotti e Sara Guidotti. Nata a Molfetta, la D’Agostino è cresciuta pallavolisticamente nella Pegaso, la squadra della sua città, come centrale. Solo dopo la trafila delle giovanili la scelta di passare palleggiatrice, ruolo che ricoprirà anche con l’Acca affiancando Ilaria Angelelli. La presidente Alba Buccella e lo staff societario dell’Acca Montella augurano a Cristina di poter essere protagonista della prossima stagione con la divisa giallonera.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

A MONTELLA LA CENTRALE RUSSO.

29/07/2015 - “L'Acca Montella ha tesserato, per la prossima stagione, il centrale Valentina Russo. Napoletana di 24anni – li compirà tra pochi giorni - la Russo è la sesta…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

L'Acca Montella ha tesserato, per la prossima stagione, il centrale Valentina Russo. Napoletana di 24anni – li compirà tra pochi giorni - la Russo è la sesta atleta campana della squadra e affiancherà Annasilvia Piscopo nel ruolo di centrale. Nonostante la giovane età, l’atleta partenopea cresciuta nel Centro Ester Napoli vanta un curriculum importante, con esperienze in serie A2 nelle fila del Mercato San Severino, del Soverato e del Gricignano. Nell’ultima stagione, il centrale napoletano di 187 centimetri, dotato di una buona fisicità e con un buon muro, è stata protagonista dell’ottima stagione della Motori idea volley Bologna, che ha sfiorato la qualificazione ai play off per l’accesso alla A2 terminando al quinto posto il girone C del campionato di B1. La presidente Alba Buccella e lo staff societario dell’Acca Montella augurano a Valentina di poter essere centrare, unitamente alle compagne, traguardi sempre più prestigiosi.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

A MONTELLA LA SCHIACCIATRICE SANTIN.

23/07/2015 - “L’Acca Montella ha tesserato, per la prossima stagione, la schiacciatrice Gloria Santin. 22enne di San Donà di Piave, martello di 176 cm, la Santin cresce…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

L’Acca Montella ha tesserato, per la prossima stagione, la schiacciatrice Gloria Santin. 22enne di San Donà di Piave, martello di 176 cm, la Santin cresce nelle fila del volley San Donà, squadra con la quale è protagonista soprattutto con le formazioni giovanili. Con la Under 18 vince la medaglia d’argento prima a Boario – dove è premiata come migliore schiacciatrice – e poi a San Donà. Nella stagione 2012 – 13 si trasferisce nelle fila della Union volley Jesolo in serie B2. Quindi, la stagione successiva, la prima apparizione in B1 con la Todi volley – dove trova l’altra neo giallonera Ilaria Angelelli - prima del trasferimento presso la pallavolo Aqui Terme dove, lo scorso anno, è stata protagonista della salvezza. La presidente Alba Buccella e lo staff societario dell’Acca Montella augurano alla Santin di poter essere protagonista del prossimo campionato e avviare insieme alla squadra una stagione di successi verso traguardi sempre più ambiziosi.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

A MONTELLA LA PALLEGGIATRICE ANGELELLI

13/07/2015 - “L’Acca piazza il primo colpo di mercato A Montella la palleggiatrice Angelelli L’Acca Montella ha tesserato, per la prossima stagione, la palleggiatrice Ilaria…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

L’Acca piazza il primo colpo di mercato
A Montella la palleggiatrice Angelelli
L’Acca Montella ha tesserato, per la prossima stagione, la palleggiatrice Ilaria Angelelli. Romana di 29anni, vanta un curriculum di prim’ordine, con esperienze da protagonista in serie A: palleggiatrice di 172 cm, sarà la titolare del sestetto di mister Sasà Albanese. Dopo l’esperienza con la rappresentativa regionale del Lazio, la Angelelli ha esordito in serie C con la Cali Roma XIII, prima di scalare tutti i campionati della pallavolo in rosa. La neo giallonera ha vissuto da protagonista tre stagioni in B2 con la Roma centro e la Fidia Ladispoli, prima di debuttare in B1 con la Fidia Formello. Nel 2010 il tesseramento con la Pallavolo Cittaducale prima del grande salto in serie A: a gennaio si trasferisce alla Banca Reale Yoyogurt Giaveno, in A2 dove viene confermata nella stagione successiva. Il 2012 è l’anno della definitiva consacrazione con il tesseramento nelle fila della Chateau d’Ax Urbino nel massimo campionato. La Angelelli colleziona 15 presenze in A1, scendendo in campo – in cinque occasioni – anche in Champions league. L’anno successivo, la neo giallonera riparte da Todi prima di approdare nelle fila dell’Ostia volley. Soddisfazione per l’importante operazione di mercato è espressa dalla presidente Alba Buccella e dallo staff societario che augurano alla Angelelli di poter essere protagonista della prossima stagione e avviare insieme alla squadra una stagione di successi verso traguardi sempre più ambiziosi.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

SALUTI

08/07/2015 - “È il momento dei saluti anche per Margaret Altomonte. Alla palleggiatrice pugliese i migliori auguri di un futuro ricco di successi.”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

È il momento dei saluti anche per Margaret Altomonte. Alla palleggiatrice pugliese i migliori auguri di un futuro ricco di successi.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

STAGIONE 2015/2016. RICONFERME.

08/07/2015 - “La stagione 2015\2016 della Acca Montella parte dalle riconferme. Prime tra tutte il nostro capitano Irene Granese e il giovane libero Federica Cione. Per la…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

La stagione 2015\2016 della Acca Montella parte dalle riconferme. Prime tra tutte il nostro capitano Irene Granese e il giovane libero Federica Cione. Per la quinta stagione consecutiva Annasilvia Piscopo sara' uno dei centrali della Acca. Maria Boccia schiacciatore e Maria Mauriello opposto completano il quintetto tutto campano che ritroveremo in campo da settembre. A tutte auguriamo buone vacanze e a presto.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

SALUTIAMO CON AFFETTO VERONICA

12/06/2015 - “Salutiamo con affetto Veronica Parisi, atleta di cui abbiamo potuto apprezzare sopratutto la simpatia e la grande carica che ha trasmesso in ogni momento a…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Salutiamo con affetto Veronica Parisi, atleta di cui abbiamo potuto apprezzare sopratutto la simpatia e la grande carica che ha trasmesso in ogni momento a tutti noi. Anche a Veronica l' augurio di continuare a mietere successi nello sport che ama più di ogni altra cosa.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

IL CAMPIONATO SI è CONCLUSO

01/06/2015 - “Il campionato si è concluso da qualche settimana ed è già iniziata la preparazione per la prossima stagione agonistica. E’ il momento delle decisioni sul…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Il campionato si è concluso da qualche settimana ed è già iniziata la preparazione per la prossima stagione agonistica.
E’ il momento delle decisioni sul futuro della squadra e come sempre c’è chi va’ e c’è chi resta.
La società ringrazia le atlete, Serenella Matarazzo, Alessandra Labate, Adriana Kostadinova, Barbara Murri, Chiara Passaseo e Giorgia Faraone, per il lavoro svolto durante questo anno e per tutti gli anni che hanno trascorso al servizio della ACCA Volley.
A tutte loro i nostri auguri di continuare sempre meglio nella attività sportiva e soprattutto di raggiungere tutti i traguardi che si sono prefissati per la vita futura.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

3' CONCENTRAMENTO

24/05/2015 - “Oggi presso la palestra Nicola Adamo di Atripalda si è svolto il 3° ed ultimo concentramento del Torneo Under 13 organizzato dall'Acca Volley Montella.…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Oggi presso la palestra Nicola Adamo di Atripalda si è svolto il 3° ed ultimo concentramento del Torneo Under 13 organizzato dall'Acca Volley Montella. Presenti le squadre Green Volley Club, Sant'Angelo dei Lombardi e Acca Montella. Tanto divertimento e un buon numero di genitori presenti all'evento. Nuove amicizie, tanto confronto che fa crescere e divertire questi/e piccoli/e atleti/e. Un grande ringraziamento alle Società Green Volley Club, Fabio Manganiello Volley di Torella e Red Wolves Calabritto che hanno partecipato e messo a disposizione le loro strutture per l' ottima riuscita dell evento.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

ARRIVA SALVATORE ALBANESE

20/05/2015 - “E’ Salvatore Albanese il nuovo primo allenatore della Acca volley Montella. Nato a Capri nel 1983, approda in Irpinia dopo essere stato l’allenatore in seconda…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

E’ Salvatore Albanese il nuovo primo allenatore della Acca volley Montella. Nato a Capri nel 1983, approda in Irpinia dopo essere stato l’allenatore in seconda della Volalto Caserta in serie A2.
Albanese, da tutti conosciuto come Sasà, ha cominciato molto giovane la sua avventura di allenatore di pallavolo: nel 2005 era assistant coach della Orion Volley Napoli in serie B2.
Quindi, è stato primo allenatore a Viterbo, alla guida della Sigger volley, nel campionato di B1 femminile. Con la Rota volley di Mercato San Severino, è stato primo allenatore della formazione femminile in serie A2 prima ed in B1, poi.
Quindi Albanese è approdato a Caserta. Nel corso dell’ultima stagione, ha collaborato anche con la Federazione italiana pallavolo come secondo allenatore della Rappresentativa femminile del Comitato Provinciale di Napoli e assistente allenatore della rappresentativa femminile del Comitato Regionale della Campania.
Al neo tecnico gli auguri di un buon lavoro dalla presidente Alba Buccella e da tutto lo staff societario.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

UNDER 13 FEMMINILE

15/05/2015 - “L' under 13 di Coach Troncone nella giornata di ieri 14/05/2015 presso la tensostruttura A. Vassallo di Serino ha giocato le final four per l attribuzione del…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

L' under 13 di Coach Troncone nella giornata di ieri 14/05/2015 presso la tensostruttura A. Vassallo di Serino ha giocato le final four per l attribuzione del titolo di campioni provinciali under 13. La formazione dell Acca ha giocato la prima gara contro le pari età del Green Volley Club purtroppo perdendo con il punteggio di 2-0. Si sono riscattate nella finale per terzo e quarto posto vincendo per 2-1 contro il Via Satellite Sperone conquistando così il terzo posto.
Auguri alle nostre piccole atlete e al loro coach Eleonora.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

L'ACCA E MISTER MATARAZZO SI SEPARANO.

13/05/2015 - “L’Acca e mister Matarazzo si separano L’annuncio della presidente Buccella Dopo otto anni di lavoro comune e successi, si separano le strade di Tosco Alberto…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

L’Acca e mister Matarazzo si separano
L’annuncio della presidente Buccella
Dopo otto anni di lavoro comune e successi, si separano le strade di Tosco Alberto Matarazzo e dell’Acca Montella.
L’annuncio arriva dal presidente del sodalizio altirpino, Alba Buccella:
“Con soddisfazione e sollievo mi sento di dire che, anche quest’anno, abbiamo centrato gli obiettivi prefissati: numero di iscritti sempre maggiore nel settore giovanile, nostro fiore all’occhiello, una buona posizione in classifica della squadra femminile partecipante al campionato di B1, una finale play off dei ragazzi della prima divisione maschile, un interesse sempre crescente intorno alla Società da parte dei giovani, delle famiglie, ma anche degli addetti al settore e dei media.
Ringrazio di cuore tutti.
Un ringraziamento particolare va ad Alberto Matarazzo, primo allenatore della B1 femminile, nonché responsabile del settore giovanile, che per la prossima stagione non sarà più impegnato con l’Acca Volley. Nuove opportunità, nuove esperienze, infatti, aspettano sia Alberto che la Società.
Un sodalizio fortunato che ha dato tanti bei risultati, che ora hanno solo bisogno di essere consolidati e forse anche ampliati a nuove esperienze. L’augurio, quindi, è quello di centrare ancora nuovi obiettivi e nuovi successi per Alberto e per l’Acca Volley e per chi ci segue sempre con affetto ed entusiasmo”.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

L'ACCA MONTELLA CHIUDE CON UNA VITTORIA LA SUA SECONDA STAGIONE CONSECUTIVA DI B1.

12/05/2015 - “L’Acca Montella chiude con una vittoria la sua seconda stagione consecutiva di B1. Le ragazze di mister Tosco Alberto Matarazzo espugnano per tre set a uno il…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

L’Acca Montella chiude con una vittoria la sua seconda stagione consecutiva di B1. Le ragazze di mister Tosco Alberto Matarazzo espugnano per tre set a uno il PalaCarucci di Terracina e si regalano la sesta posizione in classifica. Al momento, le irpine sono quinte – a pari merito con la Bet Italy Maglie e la De Gregorio Terracina, con le quali sono in vantaggio negli scontri diretti – ma la classifica sarà rivista dalla decisione del giudice sportivo in merito alla gara tra Orizzonte Tremestieri e Dannunziana Pescara, che non si è giocata per l’assenza della formazione ospite. Il filotto di vittorie – interrotte solo dalla sconfitta di San Vito dei Normanni – e la classifica finale finiscono per incrementare il rammarico per la mancata qualificazione alla post season, assolutamente alla portata delle giallonere. A Terracina, mister Matarazzo si affida al solito starting six, con Altomonte opposta a Mauriello, sulle bande Kostadinova e Boccia, centrali Piscopo e Labate, libero Faraone. Pronti via e le giallonere dimostrano di non essere affatto in vacanza, ma di voler portare a casa l’intera posta in palio. L’Acca parte meglio e al primo time out tecnico è già in vantaggio di tre punti. Le ragazze di Matarazzo giocano una buona pallavolo e amministrano il vantaggio per tutto il parziale chiudendo 25 a 22. Si va al secondo con la formazione di Carmine Pesce che prova a mettere in campo una reazione per evitare una disfatta tra le mura amiche. Le irpine subiscono il gioco delle avversarie in avvio di parziale e la De Gregorio accumula anche cinque punti di vantaggio. Le giallonere non ci stanno, ritrovano la concentrazione e recuperano lo svantaggio, fino al 21 a 20 con il quale si presentano al rush finale, nel quale prevale l’orgoglio delle padrone di casa che fanno proprio il set ai vantaggi (24 a 26). La partita della formazione di casa termina qui: l’Acca ritrova concentrazione e lucidità e fa prevalere il miglior tasso tecnico: le irpine dominano il terzo e quarto parziale in tutti i fondamentali e chiudono 25 a 17 e 25 a 15. Alla fine, il tabellino fa segnare 22 punti della Kostadinova, 20 della Boccia e 13 della Mauriello. Montella centra a Terracina la 14esima vittoria della sua stagione: sarebbero bastati altri due successi per la qualificazione ai play off. La vittoria dell’ultima giornata non contribuisce a lenire la delusione per il risultato finale. ma, adesso, è già tempo di guardare al futuro. La società e lo staff dell’Acca vogliono lasciarsi subito alle spalle una stagione avara di grosse soddisfazioni e, già nei prossimi giorni, avvieranno il lavoro per il prossimo campionato che potrebbe essere, a questo punto, da vertice. I primi nodi da sciogliere riguardano il gruppo dal quale ripartire, per poi verificare, insieme all’allenatore, come e dove intervenire sul mercato per migliorare ulteriormente una squadra che, dal punto di vista tecnico, già in questa stagione aveva poco da invidiare anche alle primissime.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

HO VISSUTO UNA ESPERIENZA IMPORTANTE

12/05/2015 - “Federica Cione: “Ho vissuto un’esperienza importante Il mio sogno è la serie A con l’Acca” “La mia prima stagione con la squadra maggiore è stata…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Federica Cione:
“Ho vissuto un’esperienza importante
Il mio sogno è la serie A con l’Acca”
“La mia prima stagione con la squadra maggiore è stata un’esperienza unica, molto positiva. Sono contenta di aver potuto assaporare il gusto della pallavolo ad alti livelli, peraltro vestendo la divisa della squadra del mio paese”. Federica Cione, montellese doc, compirà diciassette anni tra qualche giorno, ma ha già alle spalle un campionato con la prima squadra, unica realtà professionistica del panorama pallavolistico provinciale, impegnata nel campionato di B1. Cresciuta nelle giovanili della società della presidente Alba Buccella – ancora oggi è uno dei punti di forza della compagine di Prima divisione e dell’Under 18 – è stata aggregata al gruppo di B1 come libero di riserva e, in due occasioni, entrambe tra le mura amiche, ha vissuto l’emozione del campo: contro Cutrofiano prima e contro Siracusa, alla penultima di campionato, quando è partita nel sestetto titolare.
Federica, hai lasciato alle spalle la tua prima stagione nella pallavolo che conta: che sensazioni ti lascia?
E’ stato un anno importante oltre che un’esperienza molto positiva: sono contenta di aver fatto parte di questo gruppo dove sono stata accolta nel migliore dei modi. Le altre mi hanno coccolato e fatto sentire una di loro.
Si è discusso tanto del gruppo: era davvero tale? C’è qualche compagna con la quale hai legato maggiormente?
Ho costruito ottimi rapporti con tutte, anche se con Maria Boccia e Barbara Murri si è creato un legame speciale. Il gruppo c’era, soprattutto in palestra, anche se non sono mancate le incomprensioni. Ma questo fa parte dello sport e della vita.
Condividi la delusione per il piazzamento finale? A cosa è addebitale il mancato raggiungimento dei play off?
Il rammarico c’è, ma sono la più inesperta e la meno indicata per provare ad immaginare le motivazioni di un rendimento sottotono soprattutto in alcune partite. Non siamo riuscite ad avere una continuità nei risultati, ma credo che tutto dipenda esclusivamente dall’atteggiamento e dalla condizione, mentale più che fisica, con la quale abbiamo approcciato alle singole partite: c’è da dire, però, che nelle sconfitte, era tutta la squadra a venire meno.
Cutrofiano e Siracusa, cosa ti ricordano?
Le due avversarie contro le quale il mister mi ha fatto provare la gioia e l’emozione del campo. Contro Cutrofiano ricordo la paura iniziale, subito trasformatasi in emozione dopo la ricezione positiva. Contro Siracusa, poi, la presenza nello starting six e la possibilità di coronare il mio sogno: giocare ad alti livelli.
Parliamo di futuro: il tuo è legato all’Acca?
Molto dipende dalla società: in ogni caso, prima squadra o meno, continuerò ad impegnarmi con le giovanili. Certo, mi farebbe molto piacere continuare l’avventura in B1 per provare a costruire il mio futuro che vedo nel mondo della pallavolo.
E il futuro della società? Da montellese è esagerato parlare di serie A?
Tutt’altro. Del resto, è un obiettivo dichiarato, anche se la società vuole raggiungerlo al termine di un percorso di crescita costante. E’ un sogno a portata di mano ma, per raggiungerlo, è necessaria la collaborazione di tutte le componenti.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

ABBIAMO GIOCATO POCO DA SQUADRA.

08/05/2015 - “Adriana Kostadinova: “Abbiamo giocato poco da squadra Ma valiamo le primissime posizioni” “Non riesco a immaginare la mia vita senza la pallavolo: voglio…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Adriana Kostadinova:
“Abbiamo giocato poco da squadra
Ma valiamo le primissime posizioni”
“Non riesco a immaginare la mia vita senza la pallavolo: voglio continuare a giocare finché il fisico me lo consentirà”. Adriana Kostadinova, schiacciatrice bulgara di 32anni dell’Acca Montella, vuole continuare ancora per molti anni ad incutere timore ai muri ed alle difese delle squadre avversarie. Ed è pronta a farlo ancora con l’Acca Montella: “qui sto bene e mi farebbe piacere poter giocare ancora con la maglia giallonera. Ne riparleremo dalla prossima settimana”. Prima c’è l’ultima giornata di campionato e, anche se l’Acca non ha più nulla da giocarsi, la Kostadinova vuole un’altra vittoria: “finire bene è importante, anche in vista della prossima stagione”.
Adriana, tracciamo un bilancio anche se manca ancora una gara al termine della regular season: l’Acca ha la classifica che merita?
Tutti stiamo un po’ male per la nostra classifica: potevamo fare molto di più. I play off erano alla nostra portata ed è un peccato non esserci arrivate e non poterli giocare.
E’ stata una stagione altalenante: da cosa è dipeso?
In casa abbiamo fatto molto bene. In trasferta, invece, un po’ meno e non siamo riuscite ad esprimerci sui nostri livelli a causa di tutta una serie di fattori che possono aver contribuito a renderci meno sicure rispetto alle prestazioni casalinghe.
Tu sei un’esperta in promozioni e hai giocato tanto anche in serie A: cos’è mancato a questa squadra per fare il salto di qualità?
Credo che in campo sia mancato quel gruppo che, invece, c’era all’esterno: si avvertiva che ognuna giocava soprattutto per se stessa e poco per la squadra. Ma, dal punto di vista tecnico, questo gruppo non ha nulla da invidiare alle squadre qualificate alla post season.
Sabato a Terracina l’ultima gara: con che stimoli ci arrivate?
Vogliamo finire al meglio il campionato: una vittoria e una buona posizione di classifica possono rappresentare un buon viatico in vista della prossima stagione.
A proposito di prossima stagione, sai già cosa farai?
Come tutti gli anni, rimando ogni discussione sul futuro a stagione conclusa. In primis, come è mia abitudine, farò una chiacchierata con l’attuale società per verificare se ci sono le possibilità di continuare il rapporto intrapreso. Diversamente, mi guarderò intorno per trovare la soluzione migliore.
Solo tre anni fa hai giocato a Bolzano, ma confermi di preferire la Campania. Perché? Ti farebbe piacere rimanere a Montella?
La mia priorità è la Campania per stare più vicina alla famiglia di mio marito. Ma non ho problemi a spostarmi: viaggio con la mia famiglia e sono pronta a valutare tutte le opzioni. Certo, mi farebbe piacere restare a Montella dove mi sono trovata molto bene.
Hai una bellissima bambina di quattro anni: pensi già a fare la mamma a tempo pieno o ti vedremo ancora a lungo in campo?
Non riesco neanche ad immaginare la mia vita senza la pallavolo: finché il mio corpo regge seguirò la mia passione.
Guardiamo al futuro dell’Acca: squadra a parte, cosa manca a questa società per ambire alla massima serie?
Come in ogni società, c’è sempre qualcosa da migliorare ma questo è un posto tranquillo dove ci sono le migliori condizioni per giocare a pallavolo e farlo ad alti livelli e c’è una società sempre presente, attenta a tutte le nostre esigenze. Poi, posso dire una cosa sulla presidente? E’ una vera signora che ci è stata vicina anche nei momenti più brutti. Anzi, soprattutto in quelli.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

CHIUDIAMO CON UNA VITTORIA A TERRACINA.

07/05/2015 - “Maria Boccia: “E’ stata una stagione di crescita Chiudiamo con una vittoria a Terracina” “Ci avviamo a finire il campionato con un po’ di rammarico, ma la…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Maria Boccia:
“E’ stata una stagione di crescita
Chiudiamo con una vittoria a Terracina”
“Ci avviamo a finire il campionato con un po’ di rammarico, ma la stagione che sta per concludersi è stata senza dubbio di crescita sotto tutti i punti di vista: pallavolistico, mentale, fisico, psicologico e morale”. Maria Boccia, martello napoletano di 25anni, guarda il bicchiere mezzo pieno nell’ultima settimana di lavoro della sua seconda stagione consecutiva a Montella. Arrivata con l’Acca appena promossa in B1, la giovane partenopea ha saputo ritagliarsi un ruolo da protagonista e dare un contributo importante nelle vittorie della squadra.
Maria, partiamo dall’ultima giornata: contro una già retrocessa Siracusa vittoria doveva essere e vittoria è stata?
Ci aspettavamo questo risultato contro avversarie già retrocesse. E’ stata una gara importante soprattutto perché ha permesso di far ruotare tutte le ragazze del roster, di dare spazio al nostro giovanissimo libero Federica Cione ma, soprattutto, perché è stata la gara in cui Veronica Parisi è tornata in campo a tre mesi dall’intervento. E’ stato molto emozionante.
Vi siete congedate nel migliore dei modi dal pubblico amico.
Abbiamo centrato due vittorie consecutive che volevamo per la società, il morale e anche per noi stesse. Contro Siracusa era una gara dal pronostico chiuso, ma contro Maglie abbiamo giocato una partita con grande determinazione e concentrazione, una bella prestazione coronata con una vittoria netta. Non finisce qui: vogliamo chiudere la regular season con un’altra vittoria sul campo del Terracina: tre punti ci permetterebbero pure di raggiungere le nostre avversarie in classifica e superarle in virtù degli scontri diretti.
Non dobbiamo aspettarci, dunque, una gara di fine stagione tra due squadre che non hanno più nulla da chiedere a questo campionato?
Assolutamente: ci troveremo di fronte una compagine molto ostica, con elementi assai validi, che vorrà chiudere al meglio la stagione tra le mura amiche. Noi vogliamo provare, invece, a scavalcarle e centrare il quinto posto che sarebbe, comunque, un buon risultato.
A una gara dalla fine della stagione, pensi che Montella abbia la classifica che merita?
Avremmo voluto lottare per i play off, ma c’è mancata un po’ di continuità nei risultati: il nostro è stato un girone molto equilibrato e quando perdi un po’ di terreno si fa sempre fatica a rientrare. Difficile spiegarsi le motivazioni di un andamento altalenante: ogni gara è fatta di episodi.
Resta un po’ di rammarico?
Certo, soprattutto per l’andamento di alcune partite. E’ stata comunque una stagione di crescita sotto tutti i punti di vista.
Il futuro? Resti a Montella?
Siamo ancora a stagione in corso e non c’è stato alcun modo di discuterne. Sono stata molto bene in questi due anni a Montella e mi farebbe piacere restare. Ma è necessario fare una valutazione con la società.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

1^ DIVISIONE MASCHILE SOGNA LA SERIE D

07/05/2015 - “La Prima divisione maschile sogna la serie D Le giovanili al rush finale Una vittoria per continuare a cullare il sogno promozione. La formazione maschile…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

La Prima divisione maschile sogna la serie D
Le giovanili al rush finale
Una vittoria per continuare a cullare il sogno promozione. La formazione maschile dell’Acca Montella è impegnata domani – venerdì 8 maggio, ore 20 e 30, presso la palestra comunale di Cassano Irpino – contro la Alessia Alborea nella gara due della semifinale play off. La compagine allenata da Edoardo Cianciulli ha terminato in terza posizione il campionato di prima divisione e vuole giocarsela fino alla fine per centrare il traguardo della serie D. I play off sono, però, partiti con una sconfitta per tre a uno in casa dell’Alessia Alborea, presso la Tendostruttura Coni di Avellino, in gara uno della semifinale: i gialloblù devono, dunque, vincere in casa per giocarsi, poi, in trasferta l’accesso alla finale. L’auspicio – in occasione del match casalingo di domani – è che ci possa essere la presenza del pubblico delle grandi occasioni per trascinare i ragazzi di mister Cianciulli a gara tre. Intanto, mentre la formazione maschile è impegnata nei play off, i campionati giovanili si avviano, tutti o quasi, a tagliare il traguardo finale della regular season. Prima della panoramica dei vari campionati, è opportuno sottolineare la grande attenzione dell’Acca nei confronti del settore giovanile. Non si tratta, come in molti casi, di una partecipazione pro forma. Piuttosto, la presidente Alba Buccella e l’intero staff puntano soprattutto sulle giovanili: l’impegno nel volley, prima ancora del raggiungimento di risultati sportivi, vuole essere la possibilità di dare un’occasione di crescita e di confronto ai tanti giovanissimi delle zone interne. Per questo, l’Acca investe notevoli risorse nel settore e offre la possibilità di un percorso con una struttura altamente professionale, con dirigenti, allenatori qualificati staff medico e fisioterapico.
L’Under 18 femminile, allenata da Giuseppe Preziosi, ha chiuso il suo campionato con sette vittorie consecutive che sono valse il quinto posto in classifica. Stesso risultato per l’Under 14 di Eleonora Troncone, mentre l’Under 16 allenata ancora da Preziosi ha terminato in quarta posizione il suo girone. Non si è ancora concluso il campionato dell’Under 13: le ragazze della Troncone hanno vinto le ultime quattro gare contro la Phoenix Solofra e la Fabio Manganiello volley – entrambe per due a zero - in occasione del concentramento provinciale presso la palestra di Sant’Angelo dei Lombardi e ancora contro Solofra (2 – 0) e contro il Real Gesualdo volley (2 – 1) in occasione del concentramento presso la palestra di Gesualdo. Le giovanissime allenate dalla Troncone sono certe del secondo posto in classifica che consentirà di andarsi a giocare gli spareggi per l’accesso alla fase regionale. Chiusura con il botto per le ragazze della Prima divisione femminile: l’Acca ha battuto tra le mura amiche l’Asd Usa Airola per tre set a uno infliggendo alla capolista la seconda sconfitta di tutto il campionato, la prima senza portare alcun punto a casa. Purtroppo, i tre punti non bastano per raggiungere una posizione utile a giocarsi i play off.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

TUTTO SECONDO PRONOSTICO

04/05/2015 - “Tutto secondo pronostico: l'Acca Montella liquida la già retrocessa Holimpia Siracusa con un netto tre a zero (25 - 22, 25 - 16, 25 - 22) e si congeda nel…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Tutto secondo pronostico: l'Acca Montella liquida la già retrocessa Holimpia Siracusa con un netto tre a zero (25 - 22, 25 - 16, 25 - 22) e si congeda nel migliore dei modi davanti al proprio pubblico. La partita ha poco da raccontare - visto soprattutto il livello delle avversarie che, finora, hanno racimolato appena sei punti in classifica - e mister Tosco Alberto Matarazzo ne approfitta per dare spazio a tutte le atlete del roster. In avvio, il tecnico schiera Altomonte opposta a Mauriello, sulle bande Kostadinova e capitan Granese, centrali Murri e Labate, libero Faraone. Nel corso del match c'è spazio per Federica Cione, il giovanissimo libero cresciuto nel vivaio montellese come la Granese e, seppur per pochi minuti, per Veronica Parisi, il martello brindisino infortunatosi nell'ultima gara prima delle festività natalizie. La Parisi è tornata in campo a tre mesi dall'intervento al crociato del ginocchio grazie al lavoro del medico sociale Alessandro Ciarimboli, del preparatore Mario Petruzzo e del fisioterapista Giuseppe Petriello e grazie anche a tutto lo staff della clinica “Villa Margherita” di Benevento in cui Veronica Parisi ha trascorso un lungo periodo di riabilitazione. Le giallonere sono attese, ora, dall'ultimo turno della regular season, sul campo della De Gregorio Terracina. Poi, sarà la volta di cominciare a pensare alla prossima stagione provando a superare il rammarico per la mancata qualificazione ai play off.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

NON SOTTOVALUTIAMO IL SIRACUSA.

01/05/2015 - “Anna Silvia Piscopo: “Non sottovalutiamo il Siracusa Voglio chiudere il campionato con due vittorie” “La vittoria netta contro la Bet Italy Maglie è la…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Anna Silvia Piscopo:
“Non sottovalutiamo il Siracusa
Voglio chiudere il campionato con due vittorie”
“La vittoria netta contro la Bet Italy Maglie è la dimostrazione che non solo siamo una squadra forte, in grado di giocarsela con tutte le avversarie, ma pure che non abbiamo mollato e vogliamo chiudere il campionato nel migliore dei modi. La sconfitta di San Vito dei Normanni è stata solo uno scivolone”. Anna Silvia Piscopo, centrale beneventana di 25anni, è ormai di casa a Montella. Quella che sta per concludersi è la quarta stagione consecutiva con la maglia dell’Acca – con la quale ha vissuto la gioia della promozione in B1 - che, ormai, è per lei quasi una seconda pelle. Per questo incita la squadra a rimanere concentrata e chiudere in bellezza una stagione “fatta di troppi alti e bassi, in cui avremmo meritato di più”.
Anna Silvia, contro Maglie avete giocato la migliore partita della stagione. Non trovi?
Sicuramente abbiamo disputato un’ottima gara e abbiamo dimostrato che stiamo lavorando al massimo e vogliamo finire al meglio la stagione. Ma, abbiamo giocato su questi livelli anche altre gare, soprattutto in casa: su tutte ricordo il match contro Terracina. Se ce ne fosse stata qualche altra, adesso staremmo già guardando ai play off.
Una stagione, lo dicevi tu, con tanti alti e bassi: pensi che Montella avrebbe meritato qualcosa in più dell’attuale classifica?
La nostra è una squadra che non ha nulla da invidiare alle prime. Purtroppo, è mancata un po’ di continuità, anche se è difficile comprendere da che cosa sia dipeso: ogni partita è una gara a sé e spesso il risultato è conseguenza dell’approccio al match.
Ripartire dalla gara contro Maglie per costruire una prossima stagione da protagonisti?
Ripartire dalla gara di Maglie per finire il campionato con altre due vittorie. Quello di San Vito dei Normanni è stato uno scivolone che non vogliamo si ripeta: vogliamo chiudere facendo bella figura.
Sabato, a Cassano arriva il Siracusa retrocesso che, in ventidue gare, ha racimolato appena sei punti. Una gara scontata?
Tutt’altro: dobbiamo evitare l’errore di sottovalutare le siciliane e, soprattutto, di adeguare il nostro gioco al valore delle avversarie. Dobbiamo scendere in campo determinate a portare a casa la vittoria e chiudere in tre set.
Che progetti hai per la prossima stagione?
Non ho ancora le idee chiare: voglio finire il campionato nel migliore dei modi prima di guardare alla prossima stagione. C’è tempo per pensarci, discuterne con la società e decidere. E’ da quattro anni che sono a Montella e certamente mi farebbe piacere continuare quest’avventura: valuteremo nelle prossime settimane se ci sono le condizioni per prolungare questo rapporto.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

ACCA MONTELLA ANNIENTA MAGLIE

27/04/2015 - “La Acca Montella annienta Maglie ACCA MONTELLA – BET ITALY MAGLIE 3 – 0 (25 – 15, 25 – 12, 25 - 14) ACCA MONTELLA: Altomonte 1, Kostadinova 17, Boccia 11,…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

La Acca Montella annienta Maglie
ACCA MONTELLA – BET ITALY MAGLIE 3 – 0 (25 – 15, 25 – 12, 25 - 14)
ACCA MONTELLA: Altomonte 1, Kostadinova 17, Boccia 11, Mauriello 10, Piscopo 7, Labate 9, Faraone (L). Non entrate: Parisi, Passaseo, Matarazzo Serenella, Murri, Granese, Cione. All. Tosco Alberto Matarazzo.
BET ITALY MAGLIE: Di Martile (L), Montenegro 5, Cesario 5, Ricchiuti 0, Cumino 1, Lo Cascio 5, Vincenti 4, Romano 2, Mazzulla 9. Non entrate: Di Lallo. All. Tonino Solombrino.
Cassano Irpino. L'Acca Montella gioca la partita perfetta ed umilia la Bet Italy Maglie. Dura appena poco più di un'ora il match delle giallonere contro la quarta in classifica che, vincendo in Irpinia, avrebbe conservato ancora qualche speranza di centrare la qualificazione ai play off. Ma, ha trovato sulla sua strada una compagine determinata a ritrovare la vittoria dopo la battuta di arresto di San Vito dei Normanni e ben figurare davanti al pubblico amico. Peraltro, la Bet Italy è rivale storica dell’Acca Montella e, fino alla passata stagione, aveva sempre battuto le irpine. Granese e compagne sono riuscite nell’impresa di bissare la vittoria dell’andata, concedendo le briciole alle avversarie e impedendo definitivamente il loro accesso ai play off. La squadra di Tosco Alberto Matarazzo gioca la migliore partita della stagione, lottando su ogni pallone: le irpine ricevono ottimamente e riescono a trovare sempre le migliori scelte offensive. Finisce tre a zero, con le ospiti che racimolano appena 41 punti e collezionano ben venti errori, dei quali dieci nel solo primo parziale. Alla fine è grande festa presso la palestra di Cassano, con le giallonere a lungo applaudite dal numeroso pubblico presente. In avvio, il tecnico delle giallonere Matarazzo si affida al consueto starting six, con Altomonte opposta a Mauriello, sulle bande Kostadinova e Boccia, centrali Piscopo e Labate, libero Faraone. Pronti via e le giallonere imprimono già la prima accelerazione alla gara: l'Acca vola sul 7 a 2 prima di passare con quattro punti di vantaggio al primo time out tecnico (8 - 4). Al rientro in campo le giallonere continuano a dominare in tutti i fondamentali, costringendo, sull'11 a 4, il tecnico delle pugliesi Solombrino a fermare nuovamente il match. Al rientro in campo, le ospiti inanellano tre punti di fila e provano a spostare l'inerzia della partita. Ma, contro questo Montella c’è ben poco da fare: la compagine di casa incrementa ancora il divario con le ospiti. Sul 20 a 12, Solombrino chiama ancora time out, ma non basta: l'Acca chiude 25 a 15. Si va al secondo, con le ospiti che non riescono ad opporre la minima reazione alle irpine. L’inizio è punto a punto e la Bet Italy riesce pure a guadagnare un break. Se i primi tre punti sono tutti di marca Kostadinova, il recupero e il sorpasso portano la firma della Boccia che mette a referto tre punti consecutivi. Ci pensa l’irpina Mauriello ad allungare sul 9 a 5 e far comprendere che il parziale non si discosterà dal film visto nel primo set. L’Acca allunga ancora e passa al secondo time out tecnico (16 a 7) con nove punti di vantaggio. Il parziale è già in ghiaccio, le ospiti sono in bambola e le irpine non sbagliano nulla e alzano ogni pallone: finisce 25 a 12 tra lo sconcerto dei tifosi ospiti. Il terzo parziale scorre via sulla falsariga del secondo: un avvio equilibrato, con le padrone di casa che fanno il vuoto appena mettono la testa avanti. Stavolta, l’equilibrio dura qualche punto in più, fino al 12 a 10 firmato da Marta Romano. La Kostadinova e la Boccia danno il via al nuovo show giallonero: l’Acca mette un parziale tremendo di 13 a 4 e chiude sul 25 a 14 in appena un’ora e nove minuti. Sugli spalti il pubblico presente fa festa e applaude a lungo le proprie beniamine. Alle irpine resta un’ultima gara tra le mura amiche – sabato due maggio contro la già retrocessa Siracusa – e si comincia a guardare alla prossima stagione con tanto ottimismo per questo finale di campionato, ma pure con qualche rimpianto di troppo per una qualificazione play off a portata di mano, ma sfuggita.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

MAGLIE...UNA PARTITA SENTITA.

25/04/2015 - “Mister Matarazzo “Con Maglie una partita sentita Evitiamo il loro gioco veloce” Penultimo appuntamento di campionato tra le mura amiche per l’Acca Montella che…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Mister Matarazzo
“Con Maglie una partita sentita
Evitiamo il loro gioco veloce”
Penultimo appuntamento di campionato tra le mura amiche per l’Acca Montella che – domani, alle 18, arbitri Antonio Capolongo ed Emilio Sabia – affronterà la Bet Italy Maglie. Si tratta di una gara dal sapore particolare per le due società, rivali sin dai tempi della serie B2, nell’anno in cui entrambe riuscirono nell’impresa di centrare la promozione. Peraltro, la compagine leccese è sempre stata la bestia nera dell’Acca Montella, almeno fino alla stagione attuale. Nella gara di andata, infatti, le ragazze di Tosco Alberto Matarazzo seppero imporsi, al tie break, sul campo delle leccesi. Nonostante un finale di campionato senza obiettivi da raggiungere, gli stimoli contro la Bet Italy certamente non mancheranno. Ne è convinto pure il tecnico delle giallonere Matarazzo. “Ci apprestiamo ad affrontare – spiega – un’avversaria storica, che ci ha accompagnato dai tempi della B2. Tra l’altro, Maglie era l’unica squadra che ancora non eravamo riusciti a battere: ce l’abbiamo fatta all’andata, un piccolo passo in avanti registrato in questa stagione”.
Mister, che partita ti aspetti?
Sicuramente, una gara molto intensa e tirata: le nostre avversarie devono vincere a tutti i costi per provare a mantenere intatte le ultime speranze di rientrare in zona play off, mentre per noi si tratterà dell’ultima partita di livello tra le mura amiche di questa stagione, senza nulla togliere alla già retrocessa Siracusa.
Come si vince contro Maglie? Che partita avete preparato?
E’ necessaria molta attenzione nei fondamentali: Maglie ha una delle linee di ricezione più precise del campionato, con le percentuali più alte. Dovremo essere bravi a favorire gli spostamenti della loro palleggiatrice e non subire il gioco veloce della Bet Italy.
A tre giornate dalla fine, in una situazione di classifica assai tranquilla, si corre il rischio di cominciare ad avvertire un clima da smobilitazione?
Assolutamente. Le ragazze continuano ad allenarsi con lo stesso impegno delle settimane passate, anche se abbiamo variato qualcosa negli allenamenti, soprattutto ad inizio settimana, quando ci concentriamo prevalentemente sul piano agonistico. Ma non c’è alcun rilassamento: vogliamo concludere al meglio la stagione, anche per rispetto nei confronti di una società che ci ha sempre messo nelle migliori condizioni per fare il nostro lavoro.
Facciamo un passo indietro: a San Vito è arrivata una sconfitta inattesa, non credi?
Abbiamo cominciato la gara con il piglio giusto e abbiamo portato a casa il primo parziale. Poi, abbiamo abbassato un po’ la guardia e subito il ritorno della Cedat che, in casa, si trasforma e non si da mai per vinta.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

A MONTELLA UNA STAGIONE IMPORTANTE

22/04/2015 - “Barbara Murri: “A Montella una stagione importante Ho giocato poco ma sono cresciuta molto” “Siamo una squadra forte, che ha dimostrato, quando ha giocato la…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Barbara Murri:
“A Montella una stagione importante
Ho giocato poco ma sono cresciuta molto”
“Siamo una squadra forte, che ha dimostrato, quando ha giocato la migliore pallavolo, di poter battere qualunque avversaria”. Barbara Murri, 22enne centrale di L’Aquila alla sua prima stagione in Irpinia, è una che le cose non le manda a dire. Quest’anno non ha trovato molto spazio e, spesso, è rimasta in panchina a guardare le sue compagne all’opera per quasi tutta la durata del match. Un impiego con il contagocce dopo un campionato da titolare in B1 – “avrei voluto giocare di più, come tutti d’altronde” – anche se ammette “è stata una stagione di crescita, soprattutto dal punto di vista caratteriale”.
Barbara, partiamo dall’ultima giornata di campionato: a San Vito è arrivata una nuova sconfitta, cosa non ha funzionato?
Credo che, nonostante la sconfitta, siamo superiori alle avversarie. Forse, è mancata un po’ la determinazione necessaria per chiudere la gara e portare a casa i tre punti.
Pensi, dunque, che la mancanza di obiettivi da raggiungere faccia venire meno gli stimoli? Quanto il primo set vinto vi ha fatto immaginare che sarebbe stata una passeggiata?
Può avere influito anche questo: aver chiuso a nostro favore il primo parziale può averci fatto credere di poter liquidare senza troppi affanni la pratica. Gli stimoli, è ovvio, un po’ vengono meno, anche se continuiamo ad allenarci con la stessa intensità.
A tre giornate dalla fine si può tracciare un bilancio? Che stagione è stata?
Guardando il roster e leggendo i pronostici di inizio stagione avremmo potuto fare di più ma, del resto, si può sempre fare meglio. Abbiamo dimostrato, quando abbiamo giocato al meglio, di poter conquistare vittorie importanti.
Per Barbara Murri, invece, che stagione è stata?
Indubbiamente, avrei voluto giocare di più come penso sia per ogni atleta che non parte titolare. E’ stata, comunque, una stagione in cui sono cresciuta molto, soprattutto sotto il profilo caratteriale. Si è creato, poi, un buon feeling con le ragazze in palestra e la società si è sempre comportata in modo egregio, mostrando grande disponibilità rispetto alle nostre richieste.
Che progetti hai per la prossima stagione?
Non ho parlato con nessuno e, soprattutto, non ho assolutamente le idee chiare. Vedremo alla fine del campionato e valuteremo.
Domenica, intanto, ritorna il campionato: l’Acca ospita il Maglie, una sfida molto sentita. Riuscirete a trovare gli stimoli giusti?
Quella con Maglie è una partita molto sentita ed importante per tutti. Cercheremo di dare il massimo per conquistare un risultato positivo. Poi, molte ragazze sono pugliesi: per loro sarà quasi un derby e vorranno fare di tutto per vincerlo.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

A SAN VITO SERVE PAZIENZA

18/04/2015 - “Giorgia Faraone: “A San Vito serve pazienza Ma vogliamo i tre punti” “A Montella sono stata accolta nel migliore dei modi, ho trovato grande disponibilità da…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Giorgia Faraone:
“A San Vito serve pazienza
Ma vogliamo i tre punti”
“A Montella sono stata accolta nel migliore dei modi, ho trovato grande disponibilità da parte della società e di tutti e mi sono integrata benissimo”. Giorgia Faraone, libero non ancora 21enne di Galatina, è l’ultima arrivata in casa Acca. Acquistata alla vigilia del match interno contro la Sigel Marsala per far fronte alle difficoltà in ricezione ed in difesa della prima parte del campionato, è diventata da subito una del gruppo e, soprattutto nei momenti più difficili dei vari match, dopo un punto andato male, è lei che prova a rincuorare le compagne ed ha per tutte una parola di incoraggiamento.
Giorgia, partiamo dall’ultima giornata: contro Pescara è arrivata una bella vittoria, ma nel primo set avete rivisto un po’ i fantasmi.
Siamo entrate in campo ancora con il pensiero alla gara di andata, ma ci siamo scrollate di dosso il ricordo di quella brutta partita e siamo riuscite a portare a casa la vittoria.
Contro le abruzzesi sono arrivati tre punti che proiettano l’Acca a ridosso del gruppo di squadre in lotta per il quinto posto. Giusto così o si poteva fare di più?
Sono sincera: da un po’ non guardo la classifica. Questa squadra, però, avrebbe potuto ambire ai play off ed alla promozione in serie A2. Purtroppo, abbiamo dovuto fare i conti anche con un pessimo calendario che ci ha riservato, una dopo l’altra, le partite contro le squadre meglio attrezzate: in quella fase non siamo riusciti a portare a casa punti determinanti. Ma, questo campionato rappresenta un’esperienza importante per la società e la squadra.
Arrivi da tre anni di A2 (due stagioni nelle fila del Sala Consilina, una nelle fila del Gricignano) ma, prima della chiamata di Montella, eri senza squadra. Come mai?
Ho vissuto un’estate un po’ travagliata e, con il mio procuratore, abbiamo atteso per capire quale fosse l’opportunità migliore. Alla fine ho scelto Montella anche grazie alle numerose indicazioni positive che mi sono giunte sulla società.
Le tue aspettative sono state rispettate?
Appieno. Ho trovato grande disponibilità e sono stata accolta nel migliore dei modi. Con la società ho costruito un ottimo rapporto, a cominciare dalla Presidente Alba Bucella, donna forte e squisita, che è sempre pronta ad ascoltare ogni nostra esigenza e cercare di rispondere positivamente ad ogni richiesta. E’ una società già pronta per il salto di categoria: manca solo un po’ di esperienza essendo un gruppo giovane, ma i requisiti ci sono tutti.
Pensi già al futuro? Vuoi tornare a giocare in A2?
Non ho la presunzione di scegliere la categoria: ho bisogno di giocare e di stare in campo. In ogni caso, ogni prospettiva sulla prossima stagione si discuterà solo dopo l’ultima giornata di campionato: fino ad allora, anche senza obiettivi da raggiungere, la testa resta solo sul campionato dell’Acca Montella. Vogliamo fare il meglio possibile e portare a casa dodici punti nelle ultime quattro giornate: un quinto posto è sempre meglio del decimo.
Il futuro dell’Acca parte da San Vito dei Normanni. Che gara aspettarsi? Troverete gli stimoli giusti? Come si vince?
Personalmente sono quasi a casa. Vogliamo vincere anche perché San Vito sta messa peggio in classifica ed è una gara assolutamente alla nostra portata. Tecnicamente, è una squadra che difende bene: dovremo evitare errori in battuta e avere pazienza in ogni singolo punto.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

MARGARET ALTOMONTE - CHIUDIANO LA STAGIONE CON RAMMARICO.

14/04/2015 - “Margaret Altomonte: “Chiudiamo la stagione con rammarico Ma questo campionato ci aiuta a crescere” “Quest’anno ho vissuto un’esperienza positiva e sono…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Margaret Altomonte:
“Chiudiamo la stagione con rammarico
Ma questo campionato ci aiuta a crescere”
“Quest’anno ho vissuto un’esperienza positiva e sono stata bene a Montella, soprattutto per merito di una società seria e altamente organizzata, capace di metterti nelle migliori condizioni per allenarti e giocare con la massima tranquillità”. Margaret Altomonte, palleggiatrice 24enne di Bisceglie, esprime un sentito ringraziamento ad una società che l’ha fortemente voluta e le ha regalato la possibilità di essere per la prima volta palleggiatrice titolare in un campionato difficile e delicato come quello di B1. Peraltro in “una squadra con un roster importante”.
Margaret, quanta delusione c’è per l’andamento di questa stagione?
Il rammarico è inevitabile: avremmo potuto quanto meno toglierci qualche soddisfazione in più, ma voglio evidenziare soprattutto quanto di positivo abbiamo fatto e ricordare le vittorie importanti come quella di Maglie o contro la capolista Cisterna in casa. Abbiamo, invece, avuto difficoltà inattese in alcune gare che non sono andate come nelle aspettative e nelle nostre possibilità. Questo, però, ci deve aiutare a crescere.
Com’è stato, invece, il primo campionato di B1 da titolare per la Altomonte?
Il mio campionato rispecchia un po’ quello della squadra: in alcune partite avrei senza dubbio potuto dare di più, in altre ho dato il mio contributo per un risultato importante. Sono contenta perché ritengo che giocare in una squadra di questo tipo, con un roster importante, mi abbia consentito di crescere molto tecnicamente e dal punto di vista personale.
Contro Pescara è arrivata un’altra vittoria che fa molto bene al morale. Nel primo set, però, si sono rivisti i fantasmi dell’andata. Non credi?
Nel primo parziale abbiamo giocato al di sotto delle nostre potenzialità. Nel secondo, invece, abbiamo cominciato ad esprimere la nostra pallavolo e il risultato è arrivato: ci tenevamo molto a fare bene e riscattarci della sconfitta dell’andata. Nonostante non possiamo più raggiungere i play off, gli stimoli non mancano: vogliamo continuare a far bene. Un piazzamento importante in campionato, poi, è sempre una grande soddisfazione.
Possiamo dire che la partita è cambiata dal tuo ingresso in campo?
La squadra ha giocato meglio e io ho provato a dare il mio contributo. Però, voglio approfittare per ringraziare lo staff medico della società: martedì ho subito una distorsione alla caviglia destra e sono rimasta ferma quasi tutta la settimana. Non mi sono molto allenata e c’era il rischio di dover saltare la gara. Fortunatamente, la presenza all’allenamento del nostro fisioterapista Giuseppe Petriello e l’ottimo lavoro del medico Alessandro Ciarimboli e di Mario Petruzzo mi hanno permesso di recuperare in tempi rapidi da una distorsione fortunatamente non grave.
Rimanendo alla gara contro Pescara, abbiamo potuto notare come la palleggiatrice abruzzese cercasse spesso e volentieri la schiacciatrice di punta. Tu, invece, vari frequentemente lo schema d’attacco: è una scelta di mister Matarazzo o cosa?
L’Acca ha un terminale offensivo di prim’ordine: abbiamo una giocatrice di primo livello come la Kostadinova, ma anche la fortuna di poter variare il gioco offensivo. Molto dipende dalle avversarie e dalle loro caratteristiche, ma anche dalla condizione con cui le nostre attaccanti arrivano alla gara.
Parliamo di futuro: che maglia vestirai il prossimo anno?
E’ presto per dirlo. A Montella sono stata bene e ho trovato una società come poche, in grado di garantirti organizzazione e tranquillità. Sarei onorata di poter continuare il rapporto con l’Acca.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

ACCA MONTELLA LIQUIDA PESCARA

13/04/2015 - “Acca Montella liquida Pescara ACCA MONTELLA – DANNUNZIANA PESCARA 3 – 1 (23 – 25, 25 – 12, 25 – 22, 25 - 14) ACCA MONTELLA: Altomonte 1, Kostadinova 21, Boccia…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Acca Montella liquida Pescara
ACCA MONTELLA – DANNUNZIANA PESCARA 3 – 1 (23 – 25, 25 – 12, 25 – 22, 25 - 14)
ACCA MONTELLA: Altomonte 1, Kostadinova 21, Boccia 13, Mauriello 13, Passaseo 0, Piscopo 12, Matarazzo Serenella 0, Granese 0, Labate 11, Faraone (L). Non entrate: Parisi, Murri, Cione. All. Tosco Alberto Matarazzo.
T
DANNUNZIANA PESCARA: Calista 0, Di Gregorio 7, Spagnoli 12, Masciulli (L), Colatriano 3, Ballarini (L), Di Bacco 13, Guadagnino 13, Bianchi 5, Ricci 0. Non entrate: Costantini, Borelli, Montanaro. All. Simone Di Rocco.
Cassano Irpino. Torna a vincere anche tra le mura amiche l’Acca Montella che liquida la Dannunziana Pescara con un perentorio tre a uno. Una partita senza storia, se non fosse per il primo set, in cui le padrone di casa faticano ad entrare in partita. Al pubblico presente presso la palestra di Cassano – accorso in buon numero nonostante una stagione ormai al capolinea senza obiettivi da raggiungere – sembra quasi di rivivere il match dell’andata, in cui le giallonere regalarono tre punti alle avversarie. Matarazzo schiera la sorpresa Passaseo nel sestetto iniziale. Lo starting six vede la palleggiatrice leccese opposta a Mauriello, sulle bande Kostadinova e Boccia, centrale Piscopo e Labate, libero Faraone. Pronti via e le ospiti prendono subito il largo: Spagnoli e Guadagnino la fanno da padrone e la Dannunziana vola sul 3 a 10. Le ospiti cominciano a sbagliare qualcosa e Montella ne approfitta per rientrare fino al meno due, prima di concedere un nuovo break che costringe mister Matarazzo a chiamare time out dal quale l’Acca esce con un buon attacco della Boccia. Le padrone di casa fanno, però, fatica a reagire e Pescara arriva con sei punti di vantaggio al secondo time out tecnico (10 – 16). Le giallonere provano ad affidarsi alla Kostadinova – ventuno per lei a fine partita, cinque nel primo parziale – ma faticano a rientrare. Le ospiti volano sul 14 a 21 prima di subire una reazione delle padrone di casa, con la Mauriello in battuta, che mister Di Rocco prova ad arrestare con un time out. La Dannunziana tiene a distanza l’Acca fino al 17 a 23 prima di subire un nuovo break. Sul 20 a 23, le ospiti profittano di un errore in attacco di Montella: la Dannunziana ha quattro palle set. L’Acca, con la Labate in battuta, ne annulla tre ma perde il parziale (23 - 25) grazie ad un buon attacco della Spagnoli. Delusione e rabbia per un primo set giocato male durano lo spazio del cambio di campo. L’Acca parte forte nel secondo parziale e al primo time out tecnico è già avanti di cinque (8 – 3). Pescara prova a crederci e rientra fino al meno due ma le padrone di casa sono finalmente in partita e dimostrano che la squadra del primo set è solo lontana parente della vera Montella. Le ospiti si sciolgono come neve al sole sotto i colpi delle attaccanti giallonere che, in un amen, si portano sul più dieci (17 – 7). Pescara non molla ma Granese c compagne vogliono chiudere e giocano ogni punto con determinazione: Piscopo e Kostadinova consentono di allungare ancora, fino al più 12 prima del 25 a 12 di fine set che porta la firma della Boccia. Subita la reazione veemente dell’Acca, Pescara prova a rientrare in partita, quantomeno per evitare un altro parziale mortificante. L’Acca parte meglio ma sul 6 a 4 subisce la rimonta ospite con Spagnoli e Guadagnino che portano Pescara avanti di due al primo time out tecnico (6 – 8). Le ospiti continuano a giocare bene e incrementano il vantaggio al secondo time out tecnico (13 – 16). Sul meno tre è la Labate che sale sugli scudi e si intesta la rimonta altirpina con la Piscopo in battuta. La centrale brindisina mette a segno tre punti che valgono il 18 a 16. L’Acca allunga ancora grazie a Piscopo, Mauriello e Boccia, raggiunge il più 4 sul 21 a 17 prima di collezionare quattro palle set. Le ospiti annullano le prime due grazie ad altrettanti errori delle ragazze di Matarazzo che, però, chiudono alla terza occasione con il punto più lungo e più bello dell’intera gara: Adriana Kostadininova mette a terra il 25 a 22 dopo che la palla ha viaggiato da una parte all’altra del campo senza volerne sapere di cadere a terra. Sul due a uno, le irpine vogliono solo chiudere velocemente la gara. Le giallonere partono forte nel quarto set e vanno subito sul più 4 (6 – 2) prima di passare con gli stessi punti di vantaggio al primo time out tecnico (8 – 4). Le irpine tengono le avversarie a distanza di sicurezza prima di incrementare grazie alla Kostadinova: al secondo time out tecnico, le ragazze di Matarazzo sono sul più 6 (16 – 10). Il finale di set e di match è senza storia: l’Acca allunga ancora con la Boccia sugli scudi (19 – 13) e colleziona ben dieci palle match. Alle padrone di casa basta il primo match point, con la Kostadinova che suggella una vittoria importante che conferma il valore di una squadra che vale le prime tre del campionato e fa crescere, come era nelle previsioni, il rammarico ed i rimpianti per questo anonimo finale di stagione.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

MISTER MATARAZZO CONTRO PESCARA PER RISCATTARE L'ANDATA.

11/04/2015 - “Mister Matarazzo “Contro Pescara per riscattare l’andata Miglioriamo la nostra classifica” L’Acca Montella torna in campo dopo la pausa concessa dal campionato…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Mister Matarazzo
“Contro Pescara per riscattare l’andata
Miglioriamo la nostra classifica”
L’Acca Montella torna in campo dopo la pausa concessa dal campionato per le festività Pasquali. La compagine di Tosco Alberto Matarazzo ospita domani – inizio ore 17, arbitri Stanislao Supino e Mario Bianca - la Dannunziana Pescara, formazione che – come quella irpina – non ha più nulla da chiedere al campionato. Ma – come conferma il tecnico Matarazzo – “le nostre avversarie, che pure hanno una buona squadra, con giocatrici che, in passato, hanno militato in serie A, hanno raggiunto il traguardo della salvezza”, mentre le giallonere vivono un finale di stagione fatto di rimpianti per l’obiettivo play off sfumato troppo presto. Adesso, capitan Granese e compagne hanno l’obbligo di trovare nuovi stimoli per chiudere al meglio il campionato. “Contro Pescara – dice il tecnico – vogliamo vincere soprattutto per riscattare la sconfitta dell’andata, quando abbiamo giocato la partita più brutta di tutta la stagione, ma anche per continuare a risalire la classifica e avvicinarci alle compagini che ci precedono, impegnate in scontri diretti”. Si parla della Dannunziana Pescara e il pensiero di mister Matarazzo va alle tante occasioni buttate via in questa stagione. Il tecnico sta cercando la giusta chiave di lettura per comprendere le motivazioni di alcune partite negative e di altre in cui le sue ragazze sono rimaste in gara solo nel primo set. “I match che abbiamo giocato peggio – ammette – sono soprattutto quelli in trasferta, nelle località più lontane e meno agevoli da raggiungere”. Non solo Pescara, ma “anche Catania e Palmi, dove siamo rimasti in partita solo nel primo parziale, complice anche qualche peccato di inesperienza”. Fa eccezione Marsala – l’ultima gara in trasferta. Terminata con una vittoria per tre set a zero – “dove abbiamo giocato bene e con spirito molto più leggero, ma abbiamo pure trovato una squadra scarica”. Il tecnico delle giallonere non cerca attenuanti, ma prova a comprendere le motivazioni del rendimento altalenante di una squadra che alterna momenti di grande pallavolo ad errori banali e gare giocate “non da squadra”. Matarazzo non esclude che le responsabilità siano da ricercarsi anche negli allenamenti settimanali. “La condizione della nostra provincia – conclude – non ci consente di disputare gare amichevoli contro avversarie di valore. Le uniche le abbiamo giocate ad inizio stagione contro Gricignano e Roma: altro non si è potuto fare per questioni logistico organizzative e, alla lunga, anche questo rappresenta un fattore che potrebbe incidere sulle prestazioni delle ragazze”.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

LABATE:VINCIAMO PER RISCATTARE L'ANDATA.

10/04/2015 - “Labate: “Vinciamo per riscattare l’andata La vera Acca non è quella di Pescara” “Contro la Dannunziana Pescara vogliamo vincere, anche solo per riscattare la…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Labate: “Vinciamo per riscattare l’andata
La vera Acca non è quella di Pescara”
“Contro la Dannunziana Pescara vogliamo vincere, anche solo per riscattare la sconfitta dell’andata, arrivata al termine della gara che, forse, abbiamo giocato peggio nel corso di questa stagione”. Alessandra Labate – 34enne opposto brindisino alla sua seconda stagione consecutiva con la maglia dell’Acca Montella – chiede alle sue compagne una prova di orgoglio, pure per alimentare il rammarico di aver buttato via tante occasioni di agganciare la zona play off. A cinque giornate dal termine e senza la possibilità di centrare il traguardo della post season, è difficile trovare gli stimoli giusti per dare il massimo: “è dura, ma ci stiamo allenando con grande intensità e ci stiamo dando costantemente nuovi stimoli. Vogliamo chiudere al meglio il campionato e provare a dare fastidio alle avversarie in lotta per le posizioni play off”.
Alessandra, cosa non ha funzionato?
Abbiamo sbagliato l’approccio e abbiamo perso alcune partite che avremmo dovuto e potuto vincere. Può essere dipeso dalle pressioni che quest’anno abbiamo inconsciamente avvertito, dall’inesperienza di alcune di noi che erano alla prima stagione di B1: adesso non ci resta che dare il massimo per provare a chiudere nel migliore dei modi una stagione in cui non siamo riuscite a centrare gli obiettivi della final four di coppa Italia e del raggiungimento dei play off.
Sei alla seconda stagione a Montella: che differenze hai notato? E’ sembrato che il gruppo fosse meno unito rispetto all’anno precedente: credi che questo possa aver influito?
Ho giocato, e non è il caso di Montella, in squadre in cui fuori dal campo alcune atlete non si salutavano neppure. In palestra, per gli allenamenti, ed in campo, nelle partite, tutte abbiamo il medesimo obiettivo: dare il massimo per la maglia che si indossa. Non credo che questo possa avere influito, anche perché le uniche difficoltà riscontrate sono quelle di un normale gruppo di dodici ragazze che non hanno lo stesso carattere. Mio padre, da allenatore, ha sempre affermato che non guiderebbe mai una squadra femminile.
Domenica, intanto, arriva Pescara: che gara dobbiamo aspettarci?
Una partita da vincere a tutti i costi, anche solo per riscattare quel brutto tre a zero dell’andata. In Abruzzo abbiamo giocato una delle nostre peggiori partite: dobbiamo dimostrare che non siamo quelle viste un girone fa.
Il campionato si avvia a conclusione: che effetto fa, da brindisina, non vedere più in campo la squadra della tua città?
E’ un fallimento ma, ormai, siamo abituati. Puntualmente, riusciamo a rovinare tutto quanto di bello creiamo: la nuova società, intorno alla quale c’era molto del gruppo con il quale ho mosso i miei primi passi, ha avuto il merito di riavvicinare alla pallavolo molti giovani che si erano allontanati per mancanza di punti di riferimento. Era una squadra a cui ero affezionata e immaginavo di chiudere la carriera nella mia città.
Con Brindisi fuori gioco potresti immaginare di giocare ancora a Montella. Resterai in Irpinia?
E’ presto per parlare di futuro, anche perché quella in corso è una stagione particolare per tanti aspetti. E’ certo, però, che voglio continuare a giocare. Mi sono trovata bene in Irpinia ed a Montella ho trovato una società seria: sarei contenta di proseguire questo percorso ma i matrimoni si fanno in due.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

MARIA MAURIELLO

03/04/2015 - “Maria Mauriello: “Che peccato non aver centrato i play off Chiudiamo la stagione tra le prime cinque” “Siamo ancora molto cariche e puntiamo a chiudere la…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Maria Mauriello:
“Che peccato non aver centrato i play off
Chiudiamo la stagione tra le prime cinque”
“Siamo ancora molto cariche e puntiamo a chiudere la stagione nel modo migliore possibile”. Maria Mauriello – 24enne opposto di San Martino valle Caudina – è alla sua prima stagione nelle fila dell’Acca Montella dove – complice anche il suo essere irpina – si è sentita subito a casa. La sua delusione per aver mancato un obiettivo che pareva a portata di mano per queste ragazze è, dunque, ancora maggiore. “Avessimo centrato la qualificazione ai play off – dice senza nascondersi – non sarebbe stata assolutamente una sorpresa. Siamo tra le squadre più forti del campionato: purtroppo, qualcosa non ha funzionato”. Ma la Mauriello è abituata a guardare avanti: “dobbiamo vincerle tutte per entrare tra le prime cinque”.
Maria, la vittoria di Marsala finisce per accrescere il rammarico?
Sicuramente. Abbiamo centrato una vittoria importante che, però, non contribuisce a cancellare alcune partite che ci hanno condannato a non disputare la post season. Stiamo, però, continuando a lavorare con costanza e dedizione per chiudere la stagione nel miglior modo possibile: lo dobbiamo alla società, allo staff, ai tifosi e a noi stesse.
Eppure, i play off sembravano alla portata per questa squadra. Non credi?
Sono d’accordo: siamo un gruppo valido, sicuramente una delle migliori compagini di un campionato livellato, in cui non ci sono squadre in grado di fare la differenza. Purtroppo, è mancato qualcosa.
Un problema del quale abbiamo parlato più volte: da cosa dipende? Che risposta ti sei data?
E’ indubbio che abbiamo giocato alcune gare senza essere al massimo dal punto di vista mentale: non è una questione di esperienza, piuttosto di testa. Facciamo registrare troppi cali di attenzione: alterniamo momenti di grande pallavolo ad errori banali che, troppo spesso, finiscono per vanificare quello che abbiamo costruito.
Nonostante i play off sfumati, a Marsala è arrivata una vittoria di carattere. Cosa bisogna aspettarsi da questo finale di stagione?
Vogliamo chiudere il campionato tra le prime cinque: sarebbe un risultato importante. Per questo, ci stiamo allenando al meglio e la pausa arriva al momento giusto.
Il campionato si ferma per le festività Pasquali a differenza di altri sport. Giusto così?
Penso di si. Ci siamo allenate tante e abbiamo speso molto anche dal punto di vista mentale. Giusto fermarsi, soprattutto per ricaricare le batterie.
E’ presto per parlare di futuro?
Il futuro è ancora tutto da decidere. E’ chiaro, però, che essendomi trovata molto bene in questa società mi farebbe piacere una riconferma. E’, però, presto per parlare della prossima stagione: finiamo al meglio il campionato e poi ne riparliamo.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

ARCHIVIATA LA VITTORIA DI MARSALA....

02/04/2015 - “Archiviata la vittoria di Marsala, l’Acca Montella prosegue gli allenamenti in vista della ripresa di campionato – nel prossimo week end la serie B1 si fermerà…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Archiviata la vittoria di Marsala, l’Acca Montella prosegue gli allenamenti in vista della ripresa di campionato – nel prossimo week end la serie B1 si fermerà per le festività Pasquali – quando, presso la palestra comunale di Cassano arriverà la Dannunziana Pescara. Le ragazze di Tosco Alberto Matarazzo continuano la preparazione con l’obiettivo di chiudere al meglio la stagione dopo aver visto sfumare il sogno play off.
Intanto, le giovanili della società della presidente Alba Buccella sono impegnate nei rispettivi campionati e continuano a regalare belle soddisfazioni.
L’Under 18 femminile, allenata da Giuseppe Preziosi ed in lotta per le posizioni tra la quinta e la nona in campioanto, ha superato, nella palestra di casa, l’Interserinese per tre set a uno e, con lo stesso punteggio, si è imposta nel capoluogo sulla Avellino volley. Le giovanissime – tutte sotto il limite di età – sono a quota sei vittorie consecutive dopo un avvio di campionato complicato.
Sconfitta, invece, nell’ultimo turno di campionato, per la Prima divisone maschile e la Prima divisione femminile. I ragazzi – allenati da Edoardo Cianciulli – si sono arresi per tre set a uno in casa dell’Alessia Alborea, seconda forza del campionato.
Le ragazze, invece, allenate da Giuseppe Preziosi sono cadute, con il medesimo punteggio, sul campo del Quadrelle, anche in questo caso seconda forza del campionato.
ittoria, infine, per il gruppo dell’Under 13 allenato dall’ex schiacciatrice dell’Acca Eleonora Troncone. Le ragazzine terribili hanno steso per 2 a 1 le pari età della Fabio Manganiello volley.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

SERENELLA MATARAZZO GUARDA AL FUTURO

24/03/2015 - “Serenella Matarazzo guarda al futuro “Sono delusa, ma non lascio Voglio vincere ancora e arrivare in A” “Avevo pensato di smettere ma, dopo la delusione di…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Serenella Matarazzo guarda al futuro
“Sono delusa, ma non lascio
Voglio vincere ancora e arrivare in A”
“Avevo pensato di smettere ma, dopo la delusione di domenica, ho deciso di restare un altro anno: voglio vincere ancora e centrare la serie A con la maglia del Montella”. E’ delusa e arrabbiata Serenella Matarazzo per le ultime prove della sua squadra: lei che la divisa giallonera l’ha cucita addosso e che è sempre pronta ad incitare e sostenere le compagne dal campo e dalla panchina, fatica a digerire un finale di stagione anonimo, senza obiettivi prestigiosi da poter raggiungere. Ma – dice – “abbiamo il dovere di giocare al massimo tutte le gare che mancano alla fine della stagione, anche perché ci attendono match contro avversari importanti”.
Serenella, non passa la delusione per la sconfitta nel derby?
E’ dura: non me l’aspettavo così netta, anche se Arzano ha vinto tutti i parziali di misura. Le nostre avversarie hanno giocato meglio i punti determinanti e hanno mostrato più cattiveria e voglia di vincere. Nei momenti decisivi veniamo meno e non riusciamo a trovare quella marcia in più che ci consente di chiudere il parziale e la partita.
E’ stato così anche nel match con la capolista, vinto solo al tie break dopo essere state in vantaggio di due set?
Con Cisterna, sul 24 a 20 del quarto set, c’è stato un vero black out, complice un turno di battuta della sempre lucida Diomede che ha colpito una delle nostre maggiori debolezze di quest’anno, la ricezione.
Da cosa dipendono questi cali, quindi? Viene un po’ di braccino per dirla con il gergo tennistico?
Non me lo saprei spiegare. Diventa soprattutto un fatto di attenzione: facciamo molti errori banali che, soprattutto quando i parziali sono tirati, vanificano quanto di buono riusciamo a costruire.
La sconfitta nel derby condanna l’Acca ad un finale di stagione anonimo, con la salvezza praticamente in tasca e senza possibilità di lottare per i primi posti e per la post season.
Purtroppo, anche in caso di vittoria contro la Luvo Arzano, sarebbe stato quasi impossibile centrare la qualificazione ai play off. Peccato: ho tanta rabbia perché credevo tanto in una stagione diversa e nella possibilità di portare a casa un obiettivo prestigioso.
Difficile trovare gli stimoli nelle gare che mancano alla fine della stagione?
Tutt’altro: dobbiamo metterci, anzitutto, in discussione a livello personale ed io sarò la prima a farlo. Poi, abbiamo il dovere di finire al meglio il campionato: dobbiamo scendere in campo con la convinzione di doverle vincere tutte fino alla fine. Ci aspettano, peraltro, ancora avversari di rango.
E’ presto per parlare di futuro?
Molto presto. So solo che la delusione mi ha convinta a rimanere in campo e sudare in palestra per un altro anno. Voglio vincere, voglio la serie A.
Con Montella?
Magari. Ma, i matrimoni si fanno in due. Il mio sì, però, c’è già.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

LUVO ARZANO ESPUGNA CASSANO

23/03/2015 - “ACCA MONTELLA – M. GUERRIERO LUVO ARZANO 0 – 3 (25 – 27, 24 – 26, 23 – 25) ACCA MONTELLA: Altomonte 0, Kostadinova 14, Boccia 12, Mauriello 11, Passaseo 1,…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

ACCA MONTELLA – M. GUERRIERO LUVO ARZANO 0 – 3 (25 – 27, 24 – 26, 23 – 25)
ACCA MONTELLA: Altomonte 0, Kostadinova 14, Boccia 12, Mauriello 11, Passaseo 1, Piscopo 0, Matarazzo Serenella 0, Murri 8, Labate 4, Faraone (L). Non entrate: Parisi, Granese, Cione. All. Tosco Alberto Matarazzo.
M. GUERRIERO LUVO ARZANO: Campolo 25, Ammendola 2, Rinaldi (L), Cozzolino 3, Vinaccia 12, Lauro 12, Maresca 5. Non entrate: Del Vaglio, Di Vaio, Russo Maria, Russo Lorenza, Postiglione, Pinto. All. Aniello Calendio.
Cassano Irpino. L’ennesima occasione sprecata. Potrebbe essere sintetizzata in poche parole l’ultima gara di campionato dell’Acca Montella. Una squadra che, ancora una volta, dimostra di poter giocare alla pari e anche di essere superiore a qualunque avversario, ma che viene meno sempre sul più bello. Anche l’ultima partita, persa malamente in casa contro la Guerriero Luvo Arzano non si discosta da questa spietata analisi. Complice qualche errore individuale di troppo e alcune inspiegabili ingenuità che si ripetono con troppa costanza dall’inizio del campionato, le ragazze di Matarazzo si vedono costrette a cedere l’intera posta in palio alle avversarie in una gara che avrebbero potuto dominare. A fine gara, la delusione fa il paio con il rimpianto per una stagione che avrebbe potuto avere ben altro esito e con la consapevolezza di aver gettato alle ortiche la possibilità di raggiungere i play off, obiettivo alla portata delle giallonere. In avvio, mister Matarazzo non rischia Annasilvia Piscopo, rientrata dall’infortunio ma ancora non in perfette condizioni. Lo starting six vede Altomonte opposta a Mauriello, sulle bande Kostadinova e Boccia, centrali Murri e Labate, libero Faraone. In panchina si rivede Veronica Parisi, rientrata in gruppo in settimana, che dovrà attendere ancora qualche settimana per rientrare in campo. Pronti via e si intuisce che sarà un derby assai equilibrato, che si deciderà sulla gestione dei punti chiave. Le due squadre in campo lottano su ogni palla con continui capovolgimenti di fronte del risultato. Le ospiti passano in vantaggio al primo (7 - 8) ed al secondo time out tecnico (14 a 16) prima di subire la rimonta delle padrone di casa. Le bocche di fuoco dell’Acca mettono a terra punti importanti e si portano sul 20 a 17, costringendo mister Calendio a chiamare time out. Lo stop fa bene alle ospiti che rientrano soprattutto grazie alla Vinaccia. Mister Matarazzo prova a creare difficoltà in battuta chiamando in campo Passaseo prima, Serenella Matarazzo e Piscopo poi ma le sue non riescono a guadagnare un break di vantaggio. La prima palla set è di Montella annullata da un errore in battuta. Il secondo set point è, invece, annullato da un attacco della Campolo che si conferma regalando il vantaggio alle ospiti. Le ragazze di Calendio non perdonano e mettono a terra la prima palla set grazie ad un ace sporco di Maria Ammendola sul quale, però, la Faraone avrebbe potuto fare di più. La rabbia per aver perso un set che era a portata di mano rischia di compromettere anche il secondo parziale. Le giallonere non riescono a ritrovarsi e Arzano ne approfitta per scappare in avvio. Le napoletane, però, sbagliano molto e consentono alle altirpine di rientrare prima di piazzare un break importante e portarsi sul 7 a 12. Mauriello, Murri, Boccia e Kostadinova – complice anche il cambio di palleggiatore che assicura vivacità e dinamismo all’attacco di casa - dimostrano che non è un caso se tante squadre, anche di vertice, invidiano l’attacco dell’Acca e tornano a meno uno. Sul 14 a 15, però, le padrone di casa accusano un po’ di stanchezza per lo sforzo e pagano con un break di 1 a 5. Il parziale sembra compromesso ma, sul 18 a 23, dopo un time out di Matarazzo, Kostadinova e Murri tornano protagoniste e impattano a due punti dal traguardo. La Campolo regala alle sue la prima palla set annullata dal centrale de L’Aquila. Sulla seconda, però, le ospiti sono fortunate: il muro tocca sull’attacco della Campolo, la Murri girandosi spalle alla rete si ritrova la palla tra le mani ma non riesce a gestirla. Finisce 24 a 26. Dopo due parziali persi malamente, le ragazze di Matarazzo hanno ancora la forza di reagire e partono alla grande nel terzo set centrando un parziale di sette a zero, con la Kostadinova in battuta, dopo l’iniziale svantaggio. Le ospiti reagiscono con Campolo e Vinaccia e le padrone di casa perdono la bussola. L’ennesimo black out della stagione è drammatico: Montella accusa un parziale di 6 a 18 e in pochi minuti si ritrova sul 13 a 19 con le ospiti che già assaporano il gusto di un successo pieno che vale la seconda piazza in classifica. Le giallonere non ci stanno e, grazie soprattutto alla Mauriello, rientrano fino al 19 a 21 prima di mollare nuovamente e concedere alle ospiti ben cinque palle match. Partita finita? Macché. L’Acca rientra ancora con Maria Boccia in battuta fino al meno uno. Il finale è la degna rappresentazione del campionato dell’Acca: spezzoni di partita da grande squadra, che avrebbe potuto giocarsi il primo posto in classifica, ed errori ingenui ed incredibili. Sul 23 a 24, la Boccia manda la battuta in rete e consegna set e match alle ospiti. La partita finisce tra la delusione e la rabbia di squadra, società e pubblico presente per l’ennesima occasione gettata al vento e la consapevolezza di aver perso un’altra grande occasione.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

ACCA MONTELLA SCONFITTA A PALMI

19/03/2015 - “Resta in partita per un solo set l’Acca Montella nella trasferta di Palmi. Le ragazze di mister Tosco Alberto Matarazzo – dopo aver perso il primo parziale ai…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Resta in partita per un solo set l’Acca Montella nella trasferta di Palmi. Le ragazze di mister Tosco Alberto Matarazzo – dopo aver perso il primo parziale ai vantaggi – non riescono a rientrare in partita e lasciano la Calabria con una sconfitta per tre a zero che complica la rincorsa alla zona play off. Nulla è precluso per Irene Granese e compagne che, però, tra sette giorni si giocheranno il tutto per tutto tra le mura amiche, nel match clou contro la Guerrieri Luvo Arzano. La sconfitta in casa della seconda classifica non è un dramma per le irpine. Mister Matarazzo deve fare a meno di Annasilvia Piscopo, che in settimana non si è allenata a causa di una tendinite, e recupera solo in extremis l’altro centrale Alessandra Labate, che festeggia presso il palazzetto provinciale Mimmo Surace il suo 34esimo compleanno. Il tecnico delle altirpine schiera Altomonte opposta a Mauriello, sulle bande Kostadinova e Boccia, centrali Murri e Labate, libero Faraone. Nel primo parziale, le giallonere giocano sulla falsariga dell’ultimo match, in cui hanno battuto – presso la palestra di Cassano Irpino – la capolista Omia volley Cisterna di Latina. Le due squadre lottano punto a punto, con le ragazze di Matarazzo che dimostrano di non avere nulla da invidiare alle padrone di casa. L’Acca Montella accumula anche quattro punti di vantaggio, con i quali arriva al secondo time out tecnico. Le padrone di casa, però, non ci stanno a perdere davanti al pubblico amico e recuperano fino al 16 pari. Si arriva al rush finale punto a punto. E’ Montella a procurarsi la prima palla set, che viene annullata dalle ragazze di mister Salvago. Sul 24 pari, Okaka e compagne riescono a piazzare due break decisivi per chiudere il parziale in proprio favore. La partita finisce, praticamente, a questo punto. Gli altri due set sono un monologo delle padrone di casa che chiudono 25 a 18 e 25 a 16. Una battuta di arresto, brutta soprattutto per le modalità con le quali è arrivata, che complica i piani delle altirpine: i play off sono ancora possibili ma, a questo punto, Granese e compagne non possono più sbagliare.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

LA PARISI TORNA A MONTELLA “HO VOGLIA DI TORNARE IN CAMPO”

19/03/2015 - “L’Acca riabbraccia Veronica Parisi. Dopo quaranta giorni presso la clinica Villa Margherita di Benevento, dove ha svolto la riabilitazione in seguito…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

L’Acca riabbraccia Veronica Parisi. Dopo quaranta giorni presso la clinica Villa Margherita di Benevento, dove ha svolto la riabilitazione in seguito all’operazione al crociato anteriore destro, il martello brindisino torna in gruppo anche se, nelle prossime settimane, il suo potrà essere solo un supporto morale. La 27enne ha subito un infortunio al ginocchio destro nel corso della gara contro la San Vito Brindisi del 21 dicembre, che ha segnato il ritorno alla vittoria dell’Acca Montella dopo un digiuno durato sei partite. “Non pensavo – dice – che fosse un infortunio grave anche perché, fortunatamente, il ginocchio non si era gonfiato. Invece, gli esami ordinati dallo staff del medico sociale Alessandro Ciarimboli rivelarono la necessità di un intervento al crociato anteriore, eseguito e perfettamente riuscito presso la clinica Villa Erbosa di Bologna. Dopo l’intervento, la Parisi è stata impegnata in una fase di riabilitazione sempre sotto l’occhio vigile del dottore Ciarimboli. Adesso è tornata. Non potrà essere utilizzata ancora per qualche settimana, ma Veronica ha già portato una buona dose di entusiasmo e, appena rimesso piede in palestra, ha strappato una promessa alle compagne di squadra: “raggiungiamo i play off, così che io possa avere la certezza di poter rimettere piede in campo”.
Veronica, che effetto fa tornare a Montella?
E’ come tornare dalla mia famiglia. Rientrare ti regala sempre emozioni straordinarie e poi ho la possibilità di stare vicino alle mie compagne.
Sono passati tre mesi dall’infortunio patito contro la San Vito Brindisi: quanta voglia hai di tornare in campo?
Una voglia enorme. E’ la cosa che mi è pesata di più nel corso delle ultime settimane unitamente all’impossibilità di stare fisicamente al fianco della squadra. Farò di tutto per giocare qualche scampolo di partita nel finale di stagione ma i medici mi hanno già detto che sarà difficile. Per questo, ho chiesto alle mie compagne uno sforzo in più per conquistare i play off.
Nonostante la lontananza hai seguito le tue compagne che si sono ben comportate.
Le ho seguite a distanza e le ho viste sempre più unite e compatte: stiamo disputando un buon campionato e dobbiamo continuare il cammino intrapreso per raggiungere un obiettivo a cui teniamo molto. Io ci credo: conquisteremo i play off.
Il percorso non è, però, agevole: domenica c’è lo scontro del dentro fuori. Il derby con Arzano è una partita nella partita.
Assolutamente, ma siamo più forti e faremo nostra l’intera posta in palio. Mi aspetto una prestazione super delle nostre compagne. Del resto, già all’andata abbiamo sfiorato la vittoria nonostante l’assenza della Kostadinova. Battiamo Arzano giocando con il cuore ed unite.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

PASSASEO: “DIMENTICHIAMO PALMI. VOGLIAMO I PLAY OFF”

19/03/2015 - ““Ci crediamo nei play off e lotteremo fino all’ultima giornata per raggiungere l’obiettivo”. La palleggiatrice dell’Acca Montella Chiara Passaseo prova a…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

“Ci crediamo nei play off e lotteremo fino all’ultima giornata per raggiungere l’obiettivo”. La palleggiatrice dell’Acca Montella Chiara Passaseo prova a guardare al futuro, nonostante la prestazione della squadra nell’ultima giornata di campionato sul campo della Golem Palmi, seconda in classifica. Difficile digerire una sconfitta così netta, arrivata al termine di una gara in cui le ragazze di Tosco Alberto Matarazzo sono rimaste in partita solo per un set, ma è necessario archiviare una prestazione deludente e guardare alla prossima di campionato. Non senza un’analisi di quanto accaduto.
Chiara, cos’è successo a Palmi?
Abbiamo giocato alla pari con le avversarie il primo parziale, perso solo ai vantaggi. Poi, siamo calate come non ci accadeva da tempo e non siamo più riuscite a rientrare. Sicuramente, hanno influito la lunga trasferta e, non poco, i problemi fisici che hanno condizionato la prestazione di parte del gruppo: la Piscopo non è riuscita a fare neanche riscaldamento, la Labate è stata recuperata in extremis, la Boccia e la Matarazzo non erano al meglio. Ma è già tempo di voltare pagina.
Pensi che questa sconfitta possa influire sulla rincorsa alle prime posizioni? Si può ancora credere nella post season?
Assolutamente; la sconfitta sul campo della seconda in classifica può starci. Poi, le altre squadre ci stanno dando una mano: anche nell’ultimo turno si sono registrati una serie di risultati favorevoli che lasciano non poche speranze di raggiungere i play off.
Domenica, però, c’è la classica gara del dentro o fuori: a Cassano arriva la Guerrieri Luvo Arzano, terza in classifica. Un derby che si preannuncia incandescente.
Avremo dalla nostra il fattore campo. Finora in casa abbiamo sempre fatto ottime prestazioni e cercheremo di ripeterci anche contro la Guerrieri. Vogliamo la vittoria per avvicinarci ancora di più al terzo posto: ce la metteremo tutta per portare a casa la qualificazione agli spareggi promozione.
Sei al primo anno in Irpinia: che esperienza stai vivendo?
Molto positiva. Ho trovato un’ottima società, sempre presente e vicina alle atlete, che non ci fa mancare nulla.
Una tappa del tuo percorso di crescita professionale che potrebbe prolungarsi?
Magari. Per parlare del futuro, però, avremo tanto tempo. Adesso dobbiamo concentrarci e finire al meglio la stagione, provando a raggiungere un obiettivo che la società e noi ragazze vogliamo fortissimamente.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

L’ACCA MONTELLA FERMA LA CAPOLISTA

09/03/2015 - “ACCA MONTELLA – OMIA VOLLEY CISTERNA DI LATINA 3 – 2 (25 – 21, 25 – 23, 23 – 25, 25 – 27, 15 – 9) ACCA MONTELLA: Altomonte 2, Kostadinova 31, Boccia 1,…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

ACCA MONTELLA – OMIA VOLLEY CISTERNA DI LATINA 3 – 2 (25 – 21, 25 – 23, 23 – 25, 25 – 27, 15 – 9)
ACCA MONTELLA: Altomonte 2, Kostadinova 31, Boccia 1, Mauriello 7, Piscopo 14, Matarazzo Serenella 21, Granese 0, Labate 13, Faraone (L). Non entrate: Passaseo, Murri, Cione. All. Tosco Alberto Matarazzo.
OMIA VOLLEY CISTERNA DI LATINA: Liguori Roberta 11, Bonciani 3, Diomede 9, Zanin 2, Orsi 11, Marinelli (L), Liguori Deborah 19, De Angelis 0, Bertiglia 29. Non entrate: Vittozzi. All. Williams Droghei.
Cassano Irpino. La capolista del girone D del campionato di B1 Omia Cisterna di Latina cade sul campo dell’Acca Montella. La compagine giallonera gioca una delle migliori partite della stagione e solo per un calo nei momenti topici del terzo e del quarto parziale non riesce a portare a casa l’intera posta in palio. Al termine della gara, la soddisfazione per l’importante risultato fa il paio con la delusione per aver perso un punto che avrebbe fatto molto comodo nella rincorsa al terzo posto utile per centrare i play off. Oltre all’infortunata di lungo corso Veronica Parisi, Matarazzo deve fare a meno pure di Maria Boccia che in settimana ha accusato qualche acciacco. Il martello napoletano è arruolabile e presente in panchina ma il tecnico non vuole rischiarla. Lo starting six delle giallonere vede Altomonte opposta a Mauriello, sulle bande Kostadinova e Matarazzo Serenella, centrali Piscopo e Labate, libero Faraone. Pronti via e l’Acca fa capire alla capolista che sarà una serata complicata: la compagine altirpina è concentrata e lotta su ogni pallone. Al primo time out tecnico passa con il minimo vantaggio (8 - 7), tiene a bada le avversarie e guadagna un break al secondo time out tecnico (16 - 14). Le giallonere continuano a giocare un’ottima pallavolo e allungano fino al 21 – 15 prima di chiudere 25 a 21 tra gli applausi del numeroso pubblico accorso presso la palestra comunale di Cassano. Il secondo parziale va via sulla falsariga del primo anche se le ospiti cominciano a impensierire le ragazze di Matarazzo. Le irpine passano con tre punti al primo time out tecnico (8 – 5), prima di subire il ritorno importante delle ospiti trascinate dalla Bertiglia e dalla Diomede, sulla cui battuta – complice la rotazione che lascia un attacco a due alle giallonere – l’Omia colleziona un break importante. Al secondo time out tecnico, le ospiti passano con due punti di vantaggio (14 – 16) che mantengono fino al 19 a 21, complice pure una clamorosa svista arbitrale che non concede punto su una palla che tocca terra nel campo laziale. Le ragazze di Matarazzo, però, non si disuniscono e chiudono 25 a 23 alla prima palla set. Certe di aver conquistato un punto, Granese e compagne continuano a giocare un’ottima pallavolo e lottare su ogni punto per fare l’impresa e infliggere alla capolista il primo tre a zero della stagione. Il terzo parziale è il più combattuto: l’Acca e l’Omia mettono in campo una battaglia punto a punto, con continui capovolgimenti di fronte. Sono le ospiti a procurarsi la prima palla set: sul 23 a 24, si presenta in battuta Deborah Liguori. La traiettoria della palla tocca il nastro e cade beffardamente nel campo irpino. Il punto fortunato con cui la capolista Cisterna fa suo il terzo parziale non cambia l’andamento del match. L’Acca continua a giocare alla grande, senza permettere il ritorno delle avversarie. Nel quarto set, Montella arriva con cinque punti di vantaggio (8 – 3) sulle ospiti al primo time out tecnico, grazie all’ottima scelta di battere su Roberta Liguori che spesso non riesce a garantire attacchi puliti alle sue. Droghei le prova tutte e le sue riescono a rientrare fino al meno uno (16 - 15) del secondo time out tecnico. Granese e compagne, però, non si disuniscono, tengono a distanza le laziali e si portano sul 21 a 19 prima di conquistarsi ben quattro palle match consecutive. I tifosi sugli spalti assaporano già il gusto dei tre punti, ma l’Acca riesce nell’impresa di sciupare tutto in pochi scambi, complice una rotazione con la Kostadinova in seconda linea e una Serenella Matarazzo in debito di ossigeno. Il tecnico delle altirpine si gioca pure la carta Boccia ma la napoletana non riesce ad incidere. Si va ai vantaggi: l’Acca si procura una quinta palla match sulla propria battuta ma non riesce a concretizzarla. Ne approfittano le laziali che si portano sul 25 a 26 e chiudono il set. Rimonta completata per le ragazze di Droghei, pronte a giocarsi tutto al tie break. Nel set decisivo, con l’inerzia tutta in favore della Omia, Montella mostra ancora di essere superiore. Alla palestra comunale di Cassano va in scena una gara nella gara, quella tra Adriana Kostadinova e Cisterna di Latina. Le compagne la cercano, la bulgara mette a terra collezionando nel tien break sei dei trentuno punti finali. L’Acca parte in vantaggio e non consente il rientro delle ospiti fino al 15 a 9 che vale due punti e la possibilità di avvicinare sensibilmente la zona play off.
Montella, 09 Marzo 2015

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

RIPOSO

28/02/2015 - “Acca Montella osserva un turno di riposo per abbandono dal campionato della squadra Dream Volley Brindisi. Si ritorna a giocare domenica 8 marzo contro”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Acca Montella osserva un turno di riposo per abbandono dal campionato della squadra Dream Volley Brindisi. Si ritorna a giocare domenica 8 marzo contro Cisterna

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

ANCORA UN VITTORIA PER L’ACCA MONTELLA CONTRO VOLLEY GROUP ROMA

23/02/2015 - “Progressione set: 25-13, 25-16, 28-26. ACCA MONTELLA: Altomonte 6, Boccia 5, Mauriello 21, Piscopo 9, Murri 2, Granese 6, Labate 9, Faraone, Kostadinova,…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Progressione set: 25-13, 25-16, 28-26.
ACCA MONTELLA: Altomonte 6, Boccia 5, Mauriello 21, Piscopo 9, Murri 2, Granese 6, Labate 9, Faraone, Kostadinova, Passaseo, Cione. All. Matarazzo Tosco Alberto.
Dei 116 attacchi i punti sono: 12 muri – 41 attacco - 5 ace.
Errori: 10 attacco – 4 ricezione – 3 battuta.
VOLLEY GROUP ROMA: Mele 8, Kranner 11, Passarini 4, Bigioni 6, Ieradi 3, Poggi 7, Dal Sasso, Sabbini 6, Roticiani, Liguori, Bianchi, Poggi, Lanzi. All. Cavaioli Fabio.
Dei 124 attacchi i punti sono: 7 muro – 28 attacco – 4 ace.
Errori: 14 attacco – 5 ricezione – 4 battuta.
Arbitri: Sabia Emilio – Capolongo Antonio.
Acca Montella, squadra rimaneggiata da infortuni e squalifiche, per la 16 giornata del campionato di serie B1 femminile girone D ha incontrato la Volley Group Roma, raccogliendo tre punti preziosi per la corsa verso i playoff distanti solo quattro punti dalla terza in classifica. Anche dopo la sconfitta sonora di Catania nulla è compromesso per l’aggancio delle squadre nelle zone alte.
Kostadinova di nuovo ferma, Matarazzo Serenella stop forza per squalifica, Parisi in riabilitazione e la ciliegina sulla torta Boccia infortunio durante la gara, (speriamo non grave).
La cronaca.
Mister Matarazzo scende in campo con Altomonte opposta a Mauriello, sulle bande Boccia e Granese, centrali Labate e Piscopo, libero Faraone.
In avvio di partita Granese e compagne fanno capire alle capitoline che sul terreno di casa nella palestra di Cassano non si passa facilmente. Primo time-out Montella è in vantaggio di 5 punti (8-3). Bene l’opposto Mauriello che detta legge con 21 punti all’attivo. Doppio time-out chiamati dal tecnico romano dopo che Altomonte in battura piazza ben quattro ace nel campo della Volley Group sul 14 a 10 e sul 18 a 10.
Roma fa altri tre punti e si ferma a 13 mentre Granese chiude il set con un perentorio 25 a 13.
Subito in partita per il secondo set. Sul 6 a 3 per il Montella infortunio a Boccia Maria che viene rimpiazzata dal 3° centro Barbara Murri.
Il Montella si ritrova in campo con un palleggiatore, due opposti e tre centri. Si cerca di tirare fuori il meglio. Le ragazze di Alba Buccella danno tutto per portare a casa tre punti preziosi. Al primo time –out avanti di tre punti (8-5) e al secondo cinque punti (16-11). Il set si conclude con un sonante 25 a 16.
In campo per il terzo set Roma riapre i giochi portandosi sempre avanti negli stop. Le ragazze di mister Matarazzo stanche e senza rimpiazzi cercano di non subire il contraccolpo delle capitoline. Roma si porta avanti con un 5 a 8 e i punti di distacco rimangono gli stessi anche al secondo fermo (13-16). Rullano i tamburi dagli spalti ad incitare le proprie beniamine ma il divario è sempre di tre punti (19-21). Dalla panchina Matarazzo da indicazioni preziose a capitan Granese che fa da portavoce con le compagne riagguantando Roma sul 23 a 23. Scambi di palla e punti in campo sino al 26 a 26. Avanti ancora Montella di un punto sul 27 a 26 e Granese chiude la partita sul 28 a 26.
L’Acca Montella si attesta di nuovo al settimo posto con 24 punti della classifica generale insieme al Cutrofiano.
L’Acca Montella rispetta il proprio turno di riposo saltando la 17ma giornata di campionato ritornando sul campo di Cassano Irpino il prossimo 8 marzo, in occasione della festa della donna, dove incontrerà la prima del campionato “Omia Volley 88 Cisterna (LT)” alle ore 18,00

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

ALLE PENDICI DELL'ETNA L'ACCA MONTELLA LASCIA TRE PUNTI ALLA MESSAGGERIE STRANO.

14/02/2015 - “Progressione set: 25-23, 22-25, 25-23, 28-26. MESSAGGERIE STRANO (CT): Oliva 17, Salamone 11, Avenia 8, Morfino 3, Escher 11, Camarda 7, Barbagallo, Todaro,…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Progressione set: 25-23, 22-25, 25-23, 28-26.
MESSAGGERIE STRANO (CT): Oliva 17, Salamone 11, Avenia 8, Morfino 3, Escher 11, Camarda 7, Barbagallo, Todaro, Scirè, Foscari, Sfogliano. All. Scavino Corrado.
Dei 121 attacchi i punti sono: 11 muro – 47 attacco – 5 ace.
Errori: 9 attacco – 2 ricezione – 7 battuta.
ACCA MONTELLA: Altomonte 6, Kostadinova 3, Boccia 10, Mauriello 7, Piscopo 7, Labate 8, Matarazzo S. 4, Faraone, Passaseo, Granese, Murri, Cione. All. Matarazzo Tosco Alberto.
Dei 114 attacchi i punti sono: 8 muri – 35 attacco - 2 ace.
Errori: 6 attacco – 5 ricezione – 5 battuta.
Arbitri: Ciaccio Giovanni - Lopez Danilo.
Seconda di campionato di serie B1 girone D pallavolo femminile del girone di ritorno, l’Acca Montella perde per 3 a 0 contro la Messaggerie Strano (CT). Una partita da dimenticare quella giocata nel giorno di San Valentino. Nella palestra di Pedara alle pendici dell'Etna in una struttura freddissima le ragazze del Presidente Alba Buccella restano a bocca asciutta. Doveva essere la gara che poteva proiettare la squadra nelle zone alte della classifica, invece hanno trovato le catanesi pronte a ribattere ogni colpo delle attaccanti montellesi.
La cronaca: Mister Matarazzo scende in campo con Altomonte opposta a Mauriello, sulle bande Kostadinova e Boccia, centrali Labate e Piscopo.
Un primo set giocato con scioltezza dalla Messaggerie Strano che lascia al palo le ragazze irpine. Al primo time-out tecnico Messaggerie vola a più sei (8-2) e i punti si raddoppiano al secondo time-out tecnico (16-8). Matarazzo richiama in panchina le montellesi senza sortire nessun effetto. Il set si chiude con un perentorio 25 a 18.
In campo per il secondo set la musica non cambia almeno per la prima parte. Le ragazze catanesi martellano le irpine sino al primo time out tecnico (8-2). Fuori Kostadinova dentro Matarazzo S.. Le ragazze di mister Matarazzo prendono ossigeno ed il divario si riduce al secondo time-out tecnico (16-12) giungendo in parità sul 23 a 23. Botta e risposta da ambo le parti finisce per prevalere Messaggerie che chiude con sofferenza il set per 29 a 27.
Il terzo set vede le due squadre in parità poi definitivamente Acca Montella tira i remi in barca e Messaggerie Strano vince anche il terzo set per 25 a 19. Domenica 22 febbraio l'Acca Montella è impegnata in casa con la Volley Group Roma alle ore 17,00.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

TEMPO DA LUPI ACCA MONTELLA VINCE SOTTO LA NEVE

08/02/2015 - “Progressione set: 25-23, 25-17, 25-16. ACCA MONTELLA: Altomonte 1, Kostadinova 15, Boccia 12, Mauriello 11, Piscopo 8, Labate 7, Faraone, Cione, Granese,…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Progressione set: 25-23, 25-17, 25-16.
ACCA MONTELLA: Altomonte 1, Kostadinova 15, Boccia 12, Mauriello 11, Piscopo 8, Labate 7, Faraone, Cione, Granese, Matarazzo S, Murri, Passaseo. All. Matarazzo Tosco Alberto.
Dei 107 attacchi i punti sono: 10 muri – 43 attacco - 1 ace.
Errori: 5 attacco – 1 ricezione – 6 battuta.
DEMO.CO.S. CUTROFIANO: Della Rosa 4, Martucci 5, Ferro 7, Basciano 14, Karalyus 5, La Bianca 7, Colarusso 1, Maggipinto, Leucci, Ancora, Zicari, Baglivo. All. Corratù Antonio.
Dei 101 attacchi i punti sono: 8 muro – 34 attacco – 1 ace.
Errori: 12 attacco – 1 ricezione – 3 battuta.
Arbitri: Varriale Luca – Telese Stefano.
Le previsioni annunciavano che in serata in Irpinia sarebbe caduta copiosa neve, e così è stato.
Le lupacchiotte irpine del Presidente Alba Buccella hanno azzannato le salentine per farne un solo boccone. Acca Montella vince per tre a zero sul DEMO.CO.S Cutrofiano, squadra che in classifica generale era attestata al + 3 dalle montellesi, annullando la sconfitta per tre a uno a Cutrofiano nella prima partita di campionato.
La cronaca.
Mister Matarazzo scende in campo con Altomonte opposta a Mauriello, sulle bande Kostadinova e Boccia, centrali Labate e Piscopo, libero Faraone.
L’avvio in parità delle squadre fa pensare ad una partita non semplice per le due squadre. Acca Montella in avanti al primo time-out tecnico di un punto, si vede raggiungere e superare al secondo time-out tecnico dalla salentine che vanno a + 2 (14-16)
Diversi errori nel primo set da parte di tutte e due le squadre, Cutrofiano senpre avanti (19-21). Pubblico numeroso sugli spalti danno vigore alle irpine (22-22) e superano (23-22). Cutrofiano non ci sta a perdere (23-23). Colpo di reni e Montella vince per 25 a 23.
Si ritorna in campo per il secondo set. Dagli spalti qualcuno grida “nevica”. Bisogna chiudere in fretta la partita altrimenti si rischia di rimanere tra i monti dell’Irpinia.
Kostadinova e socie ingranano una marcia superiore rispetto al Cutrofiano. Il risultato dei parziali ne è la conferma (8-4) e (16-12). L’allenatore Corratù richiama in panca nel giro di pochi minuti le ragazze del Cutrofiano per la solita strigliata senza nessun effetto. Boccia e l’opposto Mauriello sono inplacabili. Nessun errore. Palle tutte centrate e diversi errori delle avversarie chiudono il set per 25 a 17.
In campo per il terzo set cominciano a danzare i centri Labate e Piscopo con murate e precise fast. Il divario si fa pesante (8-3) e (16-7). Oramai la partita non ha più storia. Dentro anche la piccola Cione Federica, prima apparizione in campionato per la 16enne nativa di Montella che copre il ruolo di secondo libero. Precisa nell’unica ricezione riceve gli applausi dalle compagne e dagli spalti. Kostadinova chiude con una murata per 25 a 16 anche il terzo set e fuori continua ancora a nevicare.
L’Acca Montella si attesta al settimo posto con 21 punti della classifica generale insieme al Cutrofiano e Messaggerie Strano. E proprio sabato si vola in terra sicula contro la Messaggerie Strano di Catania ore17,00 Palestra Comunale di Pedara.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

UNDER 14 FEMMINILE

05/02/2015 - “Oggi 5 febbraio nella Palestra di Cassano Irpino si è disputata la gara Under 14 Femminile tra Acca Montella VS ASD Pallavolo Cesinali con la vittoria…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Oggi 5 febbraio nella Palestra di Cassano Irpino si è disputata la gara Under 14 Femminile tra Acca Montella VS ASD Pallavolo Cesinali con la vittoria dell'Acca Montella.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

PRIMA DIVISIONE MASCHILE

01/02/2015 - “1' giornata di campionato di prima divisione maschile, i ragazzi dell'Acca Montella, allenati da mister Cianciulli Edoardo, si sono imposti per 3 a 0 sulla…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

1' giornata di campionato di prima divisione maschile, i ragazzi dell'Acca Montella, allenati da mister Cianciulli Edoardo, si sono imposti per 3 a 0 sulla Imprimetis ASD di Telese

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

COPPA ITALIA – ELIMINATA ACCA MONTELLA

01/02/2015 - “Progressione set: 25-22, 25-19, 25-17. ZAMBELETTI ORVIETO: Tiberi 7, Mazzini 1, Rossini 16, Kotkar 7, Biccheri 13, Ubertini 10, Andreani, Righi; Volpi, Macari,…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Progressione set: 25-22, 25-19, 25-17.
ZAMBELETTI ORVIETO: Tiberi 7, Mazzini 1, Rossini 16, Kotkar 7, Biccheri 13, Ubertini 10, Andreani, Righi; Volpi, Macari, Fastellini Piastra, Bigini, Rosso. All. Magnatarre A..
Dei 108 attacchi i punti sono: 6 muro – 44 attacco – 4 battuta.
Errori: 8 attacco – 2 ricezione – 4 battuta.
ACCA MONTELLA: Altomonte 3, Kostadinova 8, Boccia 9, Mauriello 11, Passaseo 1, Piscopo 5, Matarazzo S 1, Murri 1, Labate 5, Faraone, Granese, Parisi, Cione. All. Matarazzo Tosco Alberto.
Dei 101 attacchi i punti sono: 5 muro – 37 attacco - 2 ace.
Errori: 8 attacco – 4 ricezione -7 battuta.
Arbitri: Nampli Marco – Ambrosi Roberto.
Ritorno dei quarti di finale Coppa Italia. L’Acca Montella esce sconfitta sul tappeto del Palazzetto dello Sport di Orvieto contro la Zambelli Orvieto. All’Acca non basta il successo per 3 a 2 ottenuto nella gara di andata il 5 gennaio scorso. Hanno trovato una squadra solida , impenetrabile, e nulla hanno potuto le ragazze di mister Matarazzo anche perché non hanno giocato sul livello delle ultime apparizioni.
La cronaca.
Mister Matarazzo scende in campo con Altomonte opposta a Mauriello, sulle bande Kostadinova e Boccia, centrali Labate e Piscopo, libero Faraone.
Avvio equilibrato ed altalenante. Ai due time-out tecnici in vantaggio Orvieto prima con 8 a 6 e poi Montella con 14 a 16. Orvieto non sta a guardare. Raggiunte le montellesi sul 17 a 17, le superano non permettendo alle ospiti di rientrare grazie anche alla banda Rossini e all’opposto Biccheri. Il set è aggiudicato, va alle padroni di casa con il punteggio di 25 a 22.
Nel secondo set nuovo equilibrio in avvio di parziale (8-6). Zambelli resta sempre in avanti al secondo time-out tecnico (16-15) e Montella si impantana su questo punteggio mentre Orvieto vola a 21. Il set si chiude con il punteggio di 25 a 19.
Il terzo set è pari sino al 10 a 10, poi Orvieto ingrana la marcia bloccando le irpine sul diciassettesimo punto, 25 a 17 il finale.
Orvieto conquista il pass per le Final Four di Coppa Italia che si disputeranno i primi di aprile 2015.
Acca Montella resta di nuovo da rimboccarsi le maniche soprattutto per domenica 8 febbraio dove a Cassano Irpino incontreranno la Demo.Co.S. di Cutrofiano (LE), per il girone di ritorno di campionato.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

ACCA MONTELLA A VELE SPIEGATE

26/01/2015 - “Progressione set: 23-25, 25-11, 29-27, 25-21. ACCA MONTELLA: Kostadinova 16, Boccia 13, Mauriello 13, Passaseo 2, Piscopo 14, Labate 13, Faraone, Granese,…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Progressione set: 23-25, 25-11, 29-27, 25-21.
ACCA MONTELLA: Kostadinova 16, Boccia 13, Mauriello 13, Passaseo 2, Piscopo 14, Labate 13, Faraone, Granese, Parisi, Matarazzo S, Altomonte, Murri, Cione. All. Matarazzo Tosco Alberto.
Dei 147 attacchi i punti sono: 16 muri – 51 attacco - 4 ace.
Errori: 9 attacco – 1 ricezione – 4 battuta.
DE GREGORIO TERRACINA: Arnoldi 17, Gorini 5, Favale 3, La Rocca 8, Ginanneschi 19, Fiore 15, Pietrangeli, Battiati, Di Sauro, Marchesini, Flammini, Russo, De Rosa. All. Pesce Carmine.
Dei 182 attacchi i punti sono: 5 muro – 61 attacco – 1 ace.
Errori: 14 attacco – 4 ricezione – 10 battuta.
Arbitri: Colucci Marco – Chiechi Mario.
Nell’ultima di campionato del girone di andata Serie B1D, l’Acca Montella asfalta la compagine di, Degregorio Terracina, con un sonante 3 a 1 sul campo di gara di Cassano Irpino.
Una partita importante per testare effettivamente le ragazze del presidente Alba Buccella, dopo il tris di vittorie in campionato oltre alla vittoria di Coppa Italia, la compagine irpina esce dal tunnel e ritrova talento e grinta nel gioco di attacco-difesa.
La squadra Terracinese, scesa in Irpinia con la intento di lavare l’onta della doppia sconfitta in Coppa Italia, hanno trovato le ragazze guidate da Mister Matarazzo precise su ogni fondamentale, e che non hanno dato scampo alle avversarie.
La cronaca.
Mister Matarazzo scende in campo con Passaseo opposta a Mauriello, sulle bande Kostadinova e Boccia, centrali Labate e Piscopo, libero Faraone.
L’avvio è di marca Terracinese. Al primo time-out tecnico sono avanti di due misure (6-8). Le centrali dell’Acca, Labate-Piscopo, agguantano il risultato e portano avanti la squadra sul 16 a 14. Terracina non molla e addirittura opera il sorpasso (21-20). Alcuni errori in attacco da parte delle Irpine fa vincere la squadra laziale per 23 a25.
In campo per il secondo set. Matarazzo striglia le giallo-nere irpine. Prendono atto e volano al primo time-out tecnico sul 8 a 3. Acca ancora avanti senza più storia (16-5). Piccolo sussulto di Terracina (21-8). Montella chiude 25 a11.
Terzo set: Tutto altalenante. Scambi di colpi tra le due squadre che non risparmiano far vedere bel gioco agli appassionati sugli spalti e tanti gli scrosci di applausi.
Al primo time-out Terracina vola sul punteggio di 5 a 8. Al secondo time-out tecnico ancora avanti di un punto (15-16). Grazie alle portentose palle che Kostadinova e Boccia schiacciano nel campo avversario e non di meno le murate del centrale Labate la partita va avanti in parità (21-21). Prodezze ed errori sia da una parte che dall’altra il punteggio avanza ancora in parità (27-27). Una murata di Mauriello e una schiacciata di Boccia chiudono il terzo parziale sul 29 a 27 in favore dell’Acca Montella.
A sostenere la marcia per la vittoria, danno il cambio alle titolari, Altomonte e Matarazzo Serenella.
Il quarto set ancora equilibrato. L’Acca Montella forte di due set, gioca in scioltezza sempre pronta a ribattere gli attacchi delle avversarie. I parziali sono chiari: (8-6), (16-15). (21-19). Acca in avanti si lascia alle spalle il Terracina grazie anche dall’ingenuità di Arnoldi che ammonita per proteste regala il 24-19. Montella chiude i conti sul 25 a 21
Sabato 31 gennaio, il campionato di serie B1 è fermo, ma non l’Acca Montella. Alle ore 18,00 nel Palazzetto dello Sport in Via dei Tigli Orvieto-Scalo è pronta ad affrontare la squadra del Zambelli Orvieto per la seconda fase dei quarti di finale di Coppa Italia.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

QUARTA VITTORIA CONSECUTIVA DELL’ACCA MONTELLA SUL SIRACUSA

18/01/2015 - “Progressione set: 7-25, 23-25, 21-25. ASD HOLIMPIA SIRACUSA: Drago 2, Cianci 8, Lena 9, Perticone 2, Franzò 6, Licata 8, Vittorio, De Parenti. All. Sciacca…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Progressione set: 7-25, 23-25, 21-25.
ASD HOLIMPIA SIRACUSA: Drago 2, Cianci 8, Lena 9, Perticone 2, Franzò 6, Licata 8, Vittorio, De Parenti. All. Sciacca Santino.
Dei 124 attacchi i punti sono: 1 muro – 29 attacco – 5 ace.
Errori: 10 attacco – 5 ricezione – 3 battuta.
ACCA MONTELLA: Kostadinova 9, Boccia 9, Mauriello 13, Passaseo 5, Piscopo 7, Murri 9, Granese 3, Labate 7, Faraone, Parisi, Altomonte, Cione. All. Matarazzo Tosco Alberto.
Dei 121 attacchi i punti sono: 11 muro – 46 attacco – 5 ace.
Errori: 8 attacco – 5 ricezione –6 battuta.
Arbitri: Asta Fabrizio – Santangelo Chiara
Quarta vittoria consecutiva di cui tre di campionato. L’Acca Montella vince anche in terra siciliana contro l’ASD Holimpia Siracusa che a sua volta cercava una chance di riscatto dopo la sconfitta di Palmi contro il Golem. Il tecnico Santino Sciacca, in attesa di rinforzi dal mercato, è stato costretto ancora una volta a schierare una formazione di emergenza, aggregando nuovamente al gruppo alcune delle giovanissime del vivaio aretuseo. La società siracusana si è affidata al sostegno del caloroso pubblico del PalaArkradina che si è fatto sentire per tutti e tre i set.
Il tecnico dell’Acca Montella, Matarazzo Tosco Alberto, ha schierato non la solita formazione, ma si è affidato a Passaseo opposta a Mauriello, sulle bande Kostadinova e Boccia, centrali Labate e Piscopo, libero Faraone. Successivamente ha dato spazio al Capitano Granese ed al centrale Murri.
Il primo set è senza storia. L’Acca scappa già al primo time out tecnico (4-8) è i punti sono dieci al secondo time out tecnico (6-16). Il set si conclude con un 7 a 25.
Il punteggio del primo parziale non condiziona l’approccio al secondo set dell’Holimpia Siracusana che riparte determinata e risponde colpo su colpo alle montellesi, ma la maggior qualità del sestetto montellese viene fuori alla distanza. Il secondo set si conclude 23 a 25.
Troppo netta la supremazia delle altirpine nei confronti di una avversaria con atlete giovanissime, pertanto anche nel terzo set l’Acca controlla agevolmente e vince 21 a 25.
L’Acca Montella si porta a quota 16 nella classifica generale e si attesta nona in classifica generale.
Domenica 25 gennaio, scontro diretto contro la De Gregorio Terracina (LT) nella palestra Comunale di Cassano Irpino alle ore 18,00.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

VITTORIA DELL’ACCA MONTELLA AL TIEBREAK SUL BETITALY V. MAGLIE

12/01/2015 - “Progressione set: 25-23, 22-25, 11-25, 25-17, 12-15. BETITALY V. MAGLIE: Montenegro 11, Cesario 10, Ricchiuti 1, Cumini 2, Lo Cascio 23, Vincenti 7, Azulla 19,…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

Progressione set: 25-23, 22-25, 11-25, 25-17, 12-15.
BETITALY V. MAGLIE: Montenegro 11, Cesario 10, Ricchiuti 1, Cumini 2, Lo Cascio 23, Vincenti 7, Azulla 19, Di Martile, Di Lallo, Romano, D’Angelo, Conti. All. Solombrino Tonino
Dei 197 attacchi i punti sono: 5 muro – 62 attacco – 6 ace.
Errori: 7 attacco – 1 ricezione - 6 battuta.
ACCA MONTELLA: Altomonte 6, Kostadinova 28, Boccia 14, Mauriello 15, Piscopo 12, Labate 10, Faraone, Passaseo, Murri, Granese, Parisi Matarazzo S., Cione. All. Matarazzo Tosco Alberto.
Dei 177 attacchi i punti sono: 10 muro – 68 attacco – 7 ace.
Errori: 5 attacco – 6 ricezione –14 battuta.
Arbitri: Di Bari Pierpaolo – Chiechi Mario
E’ il terzo campionato di fila che l’Acca Montella incontra la Betitaly V. Maglie ed il risultato è sempre stato a favore delle salentine sia in terra pugliese che in terra irpina.
Finalmente il tabù è stato sfatato. Le ragazze del presidente Alba Buccella, questa volta hanno avuto la meglio contro la “bestia nera”, una vittoria al tiebreak, una vittoria fortemente voluta dalla società dove tutta la squadra ha dato il suo apporto senza risparmiarsi, su un campo ostico, palazzetto di Maglie, e quarta forza del campionato attuale, colmo di tifosi pugliesi.
A fine gara gioia per le atlete, tecnici, dirigenti al loro seguito rendendo lieve persino il viaggio di ritorno in irpinia.
La cronaca.
Mister Matarazzo scende in campo con Altomonte opposta a Mauriello, sulle bande Kostadinova e Boccia, centrali Labate e Piscopo, libero Faraone.
Partenza sprint dell’Acca Montella che chiude il primo timeout tecnico avanti di due lunghezze (6-8). Labate in battuta porta la squadra a 11 punti e Solombrino, tecnico del Maglie, richiama la squadra in panca per una strigliata. Lo stop fa bene alle pugliesi che al secondo timeout tecnico vanno avanti di un punto(16-15) e successivamente infilano un tris portandosi a quota 21 a 18.
Sul 23 a 21 per il Maglie, Matarazzo Alberto sostituisce l’opposto Mauriello con Matarazzo Serenella senza sortire effetto alcuno. La Betitaly Maglie fa proprio il set per 25 a 23.
Il finale del primo parziale non condiziona le montellesi che approcciano con determinazione anche nel secondo set.
Kostadinova e compagne cominciano a macinare terreno e punti (5-8) e poi (15-16). Ancora sostituzione nelle file dell’Acca con Granese su Boccia e Matarazzo S su Mauriello. Siamo sul 22 a 23. Alla battuta il palleggiatore Altomonte conferma il set per l’Acca Montella per 22 a 25.
Raggiunta la parità dei set, le irpine si muovono in campo con prestazioni eccellenti lasciando al palo le pugliesi. Montella gioca in scioltezza (2-8) raddoppiando nel secondo stop (8-16). Per Maglie non c’è più partita ammainando le vele del terzo set su 11 a 25.
In vantaggio di un set, le irpine accusano un po’ di stanchezza e non riescono ad arginare la voglia delle padroni di casa di non sfigurare davanti al proprio pubblico.
Il 4° set è di marca salentina. Al primo stop le padroni di casa son avanti di tre punti (8-5) e il vantaggio lo confermano alche al secondo stop (16-13) dilagando sul finire con un 25 a 17.
Si va al tiebreak. Concentrazione e sicurezza nel gioco, il sestetto altoirpino parte meglio e sempre in vantaggio piazza l’allungo decisivo chiudendo 12 a 15.
L’Acca Montella porta a casa due punti preziosissimi per la classifica generale e si attestano a quota 13, decima in classifica generale.
Sabato 17 gennaio la squadra si trasferisce in terra sicula dove alle 17,00 incontrerà l’ASD Holimpia Siracusa nel palaAkradina Ronco A di Via Damone di Siracusa.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

QUARTI DI FINALE COPPA ITALIA ANDATA -

06/01/2015 - “DONO DELLA BEFANA PER L’ACCA MONTELLA Progressione set: 25-23, 20-25, 25-19, 18-25, 15-12. ACCA MONTELLA: Altomonte 3, Kostadinova 30, Boccia 12, Mauriello 8,…”

Leggi tutto Chiudi il contenuto

DONO DELLA BEFANA PER L’ACCA MONTELLA
Progressione set: 25-23, 20-25, 25-19, 18-25, 15-12.
ACCA MONTELLA: Altomonte 3, Kostadinova 30, Boccia 12, Mauriello 8, Piscopo 11, Labate 11, Murri, Passaseo, Faraone, Granese, MatarazzoS, Parisi, Cione. All. Matarazzo Tosco Alberto.
Dei 167 attacchi i punti sono: 11 muro – 58 attacco - 6 ace.
Errori: 11 attacco – 7 ricezione -8 battuta.
ZAMBELETTI ORVIETO: Fastellini 1, Tiberi 11, Mazzini 3, Rossini 16, Kotkar 16, Bigini 1, Biccheri 18, Ubertini 15, Andreani, Righi; Volpi, Macari, Piastra. All. Magnatarre A..
Dei 170 attacchi i punti sono: 12 muro – 62 attacco – 7 battuta.
Errori: 11 attacco – 6 ricezione – 9 battuta.
Arbitri: Varriale Luca – Telese Stefano.
Quarti di finale coppa Italia. L’Acca Montella vince di misura su Zambelli Orvieto, squadra che milita in B1 femminile girone C, sesta in classifica generale con 17 punti all’attivo in campionato. Una squadra solida che è scesa in Irpinia con lo scopo di fare bottino pieno. Invece ha trovato una Acca Montella in pieno recupero, che ha messo alle corde le avversarie, vincendo la partita con un tre a due. Tempo da lupi, neve e freddo all’esterno, spiriti bollenti in campo.
La cronaca.
Mister Matarazzo scende in campo con Altomonte opposta a Mauriello, sulle bande Kostadinova e Boccia, centrali Labate e Piscopo, libero Faraone.
Avvio equilibrato ed altalenante. Ai due time-out tecnici in vantaggio Orvieto prima con 5 a 8 e poi Montella con 16 a 15. Kostadinova e compagne più incisive fanno proprio il set per 25 a 23.
Orvieto non sta a guardare. Il secondo set in vantaggio le ospiti (5-8) e poi (16-21). L’opposto Biccheri, insieme con le due bande Rossini e Kotlar fanno da padrone nel secondo set mettendo palle nel campo dell’Acca Montella. Il set si chiude con un 20 a 25.
In campo per il terzo set. Strigliata da parte di Matarazzo Tosco produce l’effetto desiderato. Montella avanti e Orvieto sempre a rincorrere. (8-4) – (16-8). Divario incolmabile e vittoria in scioltezza per le Irpine.
L’Acca Montella pensa di avere partita facile anche nel quarto set. Non è così. Orvieto tira fuori le unghie, non ci sta a perdere. Diversi errori delle ragazze di Alba Buccella spianano la strada alle ospiti. Con un 7-8 Montella regge abbastanza nel primo time-out tecnico. Poi Acca si impantana. (14-16) e (15-21). Non bastano i due richiami in panchina per le ragazze di mister Matarazzo. Il set si conclude con un 18 a 25.
Quinto set. Il pubblico incita le beniamine di casa che all’avvio non sono brillanti (2-5). Si sente lo spettro della sconfitta. Ma fuori è tempo di lupi e anche in campo le lupacchiotte cominciano a graffiare . Al giro di boa Acca mette giù palle preziose portandosi sul 10 a 9, e ancora con un parziale di 12 a 11. Colpo di reni e il set è dell’Acca con un 15 a 12.
Il 31 gennaio si giocherà la partita di ritorno di coppa Italia alle ore 18,00 nel Palazzetto dello Sport di Orvieto Scalo.

Galleria immagini

Vai all'inizio dell'articolo

ACCA Software ACCA Software

Sponsor ufficiale

ACCA Software

Top Sponsor

  • Top Sport Salerno
  • ORTOPEDIA SANNITICA
  • DANISA jeans
  • POTOLICCHIO TRASPORTI

Pagine del sito

C.S. Nettuno Pallavolo Montella